dalla Home

Perchè Comprarla

pubblicato il 19 agosto 2017

Dossier #perchécomprarla

Citroen SpaceTourer, perché comprarla... e perché no [VIDEO]

Il nome è tutto un programma visto che è proprio lo spazio uno dei punti di forza di questo people mover francese

Galleria fotografica - Citroen SpaceTourer, spazio on demand [VIDEO]Galleria fotografica - Citroen SpaceTourer, spazio on demand [VIDEO]
  • Citroen Spacetourer - anteprima 0
  • Citroen Spacetourer - anteprima 1
  • Citroen Spacetourer - anteprima 2
  • Citroen Spacetourer - anteprima 3
  • Citroen Spacetourer - anteprima 4
  • Citroen Spacetourer - anteprima 5

La tendenza è di chiamarli people mover, vale a dire dei veicoli, spesso derivati dai van, che hanno il compito di trasportare le persone. Qualcosa in più dunque di un classico monovolume, visto che tutto, all’interno e nella meccanica, è funzionale alla "mission". SpaceTourer di Citroen fa parte di questa categoria anche se, con i 4,60 metri della carrozzeria XS che abbiamo provato, ha, di fatto, inaugurato un nuovo sotto-segmento. In pratica nella lunghezza di una Grand Picasso riesce a metter comode fino a otto persone. Un vantaggio non da poco se consideriamo anche la maneggevolezza, l'ottimo raggio di sterzata e i vantaggi di un motore 1.600 che, se guidato bene, diventa anche parsimonioso.

Pregi e difetti

Sicuramente lo spazio, ma soprattutto la sua modularità, sono fra i pregi di questo multispazio. Otto posti veri (con altrettanti attacchi Isofix) in poco più di 4 metri e mezzo non sono facili da trovare sul mercato. Nel caso di SpaceTourer, poi, la possibilità di configurare a piacimento la disposizione delle sedute è un ulteriore vantaggio; visto che permette di trasformare un monovolume in un minivan e viceversa. Tra gli altri pregi a livello meccanico la parsimonia e, nello stesso tempo, la brillantezza del 1.600 da 115 CV, assieme al raggio di sterzata quasi da utilitaria, sono sicuramente da segnalare. Difetti ve ne sono soprattutto a livello di equipaggiamento, sulla versione provata Feel. A cominciare dall’assenza, di serie, di sensori di parcheggio e retrocamera posteriore, indispensabili su un veicolo con queste caratteristiche. Anche la posizione del cruise control e dei comandi radio al volante sarebbe da rivedere. Nella meccanica, si sente la mancanza del cambio automatico su questa motorizzazione e lo sterzo oggettivamente rimane sempre un po’ pesante.

Quanto costa

Il listino di SpaceTourer è abbastanza semplice visto che i livelli di equipaggiamento sono due, che si differenziano soprattutto per le dotazioni di serie. La versione provata, Feel da 115 CV, quasi un entry level che però ha già un buona dotazione, se si fa eccezione per i sensori di parcheggio e per la retrocamera, costa 33.100 euro. Se la si vuole vuole migliorare con i due accessori citati, a nostro avviso indispensabili e, volendo, con un sistema di infotainment con navigatore (non estremamente necessario) dovete aggiungere circa 1.500 euro. Se, invece, si volesse il cambio automatico (EAT6) dovete salire parecchio di potenza e partire da un listino di 37.250 euro oppure scendere a 95 CV e prendere il robotizzato a partire da 33.700 euro.

Autore:

Tag: Perchè Comprarla , Saturn


Top