dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 3 agosto 2017

Mirror Link, 3 cose da sapere

Vi spieghiamo che cos'è, come funziona e a chi conviene

Mirror Link, 3 cose da sapere

In auto, prendi il tuo smartphone e lo vedi in uno... “specchio” davanti a te, uno schermo che riprende i contenuti del cellulare: questo è, in estrema sintesi, il MirrorLink, che infatti in inglese è traducibile come “specchio collegamento”. A creare il MirrorLink, una soluzione standard a livello globale, è stato il Consorzio Car Connectivity (CCC): un’organizzazione per lo sviluppo dell’auto connessa. Ne fanno parte colossi del calibro di Alpine, Sony, Nokia, LG, Hyundai, ma anche HTC, Microsoft, Fujitsu, Magneti Marelli. Tutti i membri del Consorzio li trovate sul sito mirrorlink.com: siamo al 70% di Case auto e al 70% di Produttori di smartphone. Per quei pochi che ancora non conoscono questa tecnologia che connette un device e un sistema di infotainment auto, in basso ecco i 3 punti chiave.

1) Che cos’è

Il MirrorLink lo possiamo definire la terza via, che si affianca ad Android Auto e Apple CarPlay: proietta sul display in auto quanto visualizzato dallo schermo dello smartphone. O almeno così è in teoria: come tutte le tecnologie, è migliorabile. Qualche consumatore, infatti, ritiene che lo schermo in realtà non rifletta tutto il contenuto dello smartphone, facendo da specchio parziale e non totale del device. Il MirrorLink unisce tre mondi: telefonino, sistema multimediale dell’auto, App. Semplifica il cellulare, con caratteri grandi sullo schermo, così che la leggibilità sia massima: il guidatore resta concentrato il più possibile sulla guida, senza dover decifrare i caratteri molto più piccoli dello smartphone. A favore della sicurezza stradale e nel rispetto del Codice della Strada (la distrazione da cellulare alla guida è molto diffusa, qui i dati). Analogamente, i pulsanti sono enormi, non confondibili, distinguibili al volo. La tecnologia sviluppata dal CCC è un ecosistema con una propria Home, dove sono indicate le notifiche ricevute dallo smartphone e le ultime canzoni ascoltate. Più le icone relative a Navigazione (basata su Google Maps) Musica (per la gestione dei file audio) e Contatti (per la rubrica).

2) Come funziona

Anzitutto, lo smartphone deve essere in grado di comunicare con l’auto perché il MirrorLink si attivi. Per i device Android, da Google Play Store scaricate l’App gratuita che supporta il MirrorLink. Configurate il cellulare, accedendo a Impostazioni, poi Reti, quindi Condividi & Connetti, e infine MirrorLink. L’App installata è supportata? Potete utilizzarla con un sistema auto che sia dotato di MirrorLink. Collegate lo smartphone con il computer di bordo dell’auto (l’unità principale) tramite un cavo USB, in modo da abilitare la casella di controllo Usa MirrorLink: selezionate la casella per consentire la connessione. Il cavetto è lo strumento più utilizzato ma, in alternativa, collegate cellulare e vettura tramite Bluetooth. Invece, per chi ha l’iPhone, c’è un problema: il dispositivo Apple e il MirrorLink non dialogano.

3) A chi conviene

Il MirrorLink è prezioso per chi vuole limitarsi a proiettare quel che è già presente nello smartphone: una tecnologia meno complessa rispetto ad Android e Apple. Per una guida connessa, sicura, semplificata. A seconda dei modelli di auto, è sempre più spesso disponibile di serie o come optional. Volendo, il MirrorLink viene implementato mediante alcuni modelli aftermarket di radio (una parola un po’ anni 70, quest’ultima, ma efficace). In questa pagina del sito mirrorlink.com trovate l’elenco di modelli di auto e device compatibili con il MirrorLink. Solo per fare un esempio, come accessorio della Volkswagen Golf, l’App-Connect Include CarPlay (Apple), Android Auto (Google) e MirrorLink, e costa 195 euro.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , autoaccessori


Vai allo speciale
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 18
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 18
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 14
  •  - Salone di Francoforte 2017 -
Vai al Salone Salone di Francoforte 2017
 
Top