dalla Home

Mercato

pubblicato il 1 agosto 2017

Mercato positivo, ma le auto private sono sempre meno

Le vendite alle famiglie diminuiscono ancora. Male il Gruppo BMW e marchi come Lancia, Volkswagen, DS e smart

Mercato positivo, ma le auto private sono sempre meno

Le auto immatricolate in Italia continuano ad essere sempre di più. Anche il mese di luglio si è appena concluso in positivo (145.363 auto targate con una crescita del 5,93% sullo stesso mese del 2016), ma c’è un aspetto da non sottovalutare e riguarda la composizione delle vendite. Sono molti mesi ormai che a trainare il mercato sono le società e il noleggio e le vendite ai privati stanno scendendo sempre di più. “Possiamo affermare che il dato finale si scrive +5,9% ma si legge -1,9%, che corrisponde invece al mercato privati, ossia alla vendita alle famiglie”, dice Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto, ricordando che gli altri canali (noleggio e società) “sono alterati da forzature, tra le quali le cosiddette, e per qualcuno famigerate, kilometrizero”. In questo scenario, comunque di crescita, la maggior parte dei costruttori sta vendendo più del passato. Tra i Big, le uniche eccezioni a luglio sono state rappresentate dal Gruppo BMW (-17,99%) e da quello Volkswagen (-0,75%).

Vendite private in crisi, soprattutto al Sud

Dall’analisi della struttura del mercato, si evince che il calo dei privati (-1,8%) del mese di luglio è prevalente nel Sud Italia con una flessione del 6,8%. Nello stesso periodo le immatricolazioni a società sono cresciute del 25,7% e quelle del noleggio dell’8,7%. Il diesel ha perso 3 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, ma resta in testa (56% di quota), seguito dai motori a benzina (31,1% di quota). Tra le alimentazioni a basso impatto ambientale è migliorata la performance del GPL (+44,3%), mentre le ibride continuano a diffondersi rapidamente (+95,1%) e le elettriche hanno raddoppiato i numeri (+100%). In pratica l’unico carburante a calare è ancora il metano (-30%).

Lancia, DS, smart e MINI sono in calo

A luglio, come anticipato, i marchi che hanno compiuto un passo indietro non sono stati molti, ma tra tutti spicca il rosso di Lancia, DS, smart e MINI, che sono in flessione sull’intero 2017 rispetto all’anno passato. Segno meno anche per Hyundai (-8,65%), Volvo (-6,21%), Honda (-7,92%) e Mazda (-4,53%). Bene invece il Gruppo Fiat, che ha chiuso ancora in positivo con tutti i brand (tranne Lancia), mentre in Volkswagen i segni meno sono due: Skoda (-2,18%) e Volkswagen (-3,87%). Riportiamo di seguito la tabella con tutti i dati.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top