dalla Home

Eventi

pubblicato il 5 marzo 2008

Ginevra 2008: ancora SUV!

Modelli sempre nuovi per il segmento più di moda del momento

Ginevra 2008: ancora SUV!
Galleria fotografica - Ancora SUV!Galleria fotografica - Ancora SUV!
  • Ancora SUV!	   - anteprima 1
  • Ancora SUV!	   - anteprima 2
  • Ancora SUV!	   - anteprima 3
  • Ancora SUV!	   - anteprima 4

Evidentemente, no. Almeno a giudicare dalla nutrita presenza di nuove proposte, tutte appartenenti alla categoria dei "medi", monopolizzato fino a qualche tempo fa dalla BMW X3 (nella categoria Premium) e dalla Toyota RAV4. Se Volkswagen Touareg, Porsche Cayenne, Audi Q7, Volvo XC90, Kia Sorento, i Suv grandi, sono ormai in fase matura o in una solida posizione di supremazia del brand («scelgo la Cayenne per "farmi" il SUV Porsche"», «scelgo la Q7 perché sulla qualità tedesca non discute, oltre a poter scegliere anche una motorizzazione a gasolio"»), è nelle categorie inferiori e più alla portata dal punto di vista del prezzo che si giocano attente strategie per coprire nuovi spazi o inventarsi bisogni insoddisfatti da provocare nella clientela.

Al Salone di Ginevra sono presenti: Mercedes GLK, Volvo XC60, Renault Koleos e Ford Kuga. Se i primi due saranno acerrimi rivali della BMW X3 (ma all'appello manca ancora l'Audi Q5, che la casa dei Quattro Anelli insiste a conservare nel bozzolo) i secondi si affronteranno in modo diretto con il Suv Toyota, la Volkswagen Tiguan, e le cugine Mitsubishi Outlander, Peugeot 4007 e Citroen C-Crosser.

Bisogna considerare la sostanziale situazione di stallo del segmento D ed E, feudo di Audi, BMW, Mercedes e, un po' meno di Peugeot (più i timidi risultati di vendita di qualche categoria speciale o di modelli quasi considerabili come di nicchia, scelti da insoddisfatti o da aficionados storici di un certo marchio, fino a specifiche categorie professionali: Honda Accord, Fiat Croma, Toyota Avensis) che da anni non osano proporre niente di nuovo se non continui restyling, puntando su leggere modifiche all'estetica e privilegiando soprattutto la sicurezza, gli allestimenti, i motori (visto che anche le versioni ibride sembrano non aver ancora preso piede nel mondo che ci si aspetterebbe). In questa situazione, l'unico sviluppo sembra dirigersi verso l'alto: le berline medie si "alzano" fino a diventare SUV o si alzano e cercando di assumere, contemporaneamente, design più affusolati e vagamente sportivi (i crossover).

Però il dollaro sale, le borse precipitano, le strade si intasano sempre di più, le municipalità cominciano a porre i bastoni tra le ruote a queste categorie di veicoli (il sindaco di Londra è sul piede di guerra, a Milano si tenta timidamente con un'iniziativa simile alla capitale inglese). In tutto questo, le tecnologie a favore dell'ambiente segnano il passo.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Eventi


Top