dalla Home

Attualità

pubblicato il 27 luglio 2017

Arriva Telepass Pay, la moneta elettronica

Permette di pagare la sosta sulle strisce blu, la benzina, il bollo auto, le multe, il trasporto pubblico, il taxi e il car sharing

Arriva Telepass Pay, la moneta elettronica

Rivoluzione Telepass, strumento gestito da una società facente capo ad Autostrade per l’Italia: quest’estate arriva il nuovo circuito di pagamento Telepass Pay. Una moneta elettronica che permette di pagare la sosta sulle strisce blu, la benzina dentro e fuori l’autostrada, la tassa di proprietà (il bollo auto), le multe, il trasporto pubblico, il taxi e il car sharing. Quindi, se in origine il Telepass era solo un metodo veloce per pagare il pedaggio autostradale senza fermarsi al casello e poi si è evoluto consentendo di pagare i parcheggi (aeroportuali e no) e l’accesso a zone soggette a pedaggio (vedi Area C di Milano), adesso il Telepass è un mezzo di pagamento virtuale, che riguarda tutta la mobilità.

A tappe, le funzioni crescono

Questo circuito di pagamento non materiale si estenderà progressivamente, andandao a coprire un numero crescente di servizi. In particolare, per quanto riguarda il “pieno”, i clienti che aderiscono all’offerta possono da subito pagare il carburante in 160 aree di servizio della rete autostradale direttamente dal dispositivo Telepass o usare Pyng+, il nuovo sistema di pagamento di Telepass Pay tramite App (per saldare il conto quando si fa rifornimento in modalità self service e il parcheggio delle strisce blu). Da ottobre 2017, invece, con l’App sarà anche possibile pagare il bollo dell’auto, i taxi, il trasporto pubblico locale e il car sharing. L’offerta è erogata da Telepass Pay Spa, controllata al 100% da Telepass Spa, Istituto di Moneta Elettronica (IMEL) autorizzato da Banca d’Italia. E magari in futuro anche il trasporto ferroviario verrà coinvolto.

Questione costi

Ovviamente, il Telepass aveva e avrà un prezzo variabile: indicativamente (dipende dal contratto) 1,55 euro al mese. I costi del servizio non saranno addebitati fino alla fine del 2017. Dopodiché, verranno modulati in base al contrattuale, sino ad azzerarsi per i titolari di Telepass Premium, il più evoluto.

Altre iniziative dell’estate 2017

Un’altra novità di Autostrade per l'Italia per l'estate 2017 è “Prezzo ok”: fare il pieno self in autostrada nelle aree di servizio che aderiscono alla campagna non riserverà sorprese. Con le recenti procedure di gara sulla rete di Autostrade per l'Italia, le compagnie petrolifere si sono impegnate affinché i prezzi dei carburanti nelle aree di servizio siano in linea con quelli praticati su impianti assimilabili sulla rete extra autostradale. Il Codacons verificherà con controlli capillari che i prezzi self siano in linea con quelli medi praticati degli impianti dello stesso marchio fuori dalla rete. Inoltre, nasce “Campagna amica”, il progetto creato con Coldiretti per promuovere l’agricoltura italiana. Si tratta di mini-mercati in 30 aree di servizio, dove acquistare prodotti di qualità a km zero, coltivati o trasformati direttamente dai produttori e a prezzi (così dice la nota della società) competitivi. In più, i tempi medi di percorrenza diffusi sui Pannelli a Messaggio Variabile da quest'anno saranno integrati con i dati forniti da Google Maps. È stata avviata una collaborazione con Waze per pubblicare le notizie di viabilità in tempo reale e per utilizzare le notizie dei Wazer come fonte per i Centri Radio Informativi. Infine, l’App My Way gratuita e geolocalizzata è stata arricchita con la “Colonnina SOS Virtuale” da cui sarà possibile chiamare il soccorso meccanico e sanitario oppure il call center viabilità di Autostrade per l’Italia.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , autostrade , viaggiare


Top