dalla Home

Motorsport

pubblicato il 26 luglio 2017

Formula SAE, FCA premia le università

La competizione vede protagonisti gli atenei di tutto il mondo nella progettazione e sviluppo di auto da corsa

Formula SAE, FCA premia le università
Galleria fotografica - Formula SAE e Abarth a Varano de MelegariGalleria fotografica - Formula SAE e Abarth a Varano de Melegari
  • Formula SAE e Abarth a Varano de Melegari - anteprima 1
  • Formula SAE e Abarth a Varano de Melegari - anteprima 2
  • Formula SAE e Abarth a Varano de Melegari - anteprima 3
  • Formula SAE e Abarth a Varano de Melegari - anteprima 4
  • Formula SAE e Abarth a Varano de Melegari - anteprima 5
  • Formula SAE e Abarth a Varano de Melegari - anteprima 6

Il mondo del motorsport e, più in generale, quello delle auto, si sa, vive di ricerca e innovazione e sono proprio Università e studenti ad incarnare al meglio questi due aspetti. Una ragione per cui, da qualche anno, (esattamente dal 1981) esiste la Formula SAE. Una competizione tra studenti universitari organizzata dalla Society of Automotive Engineers (SAE) che prevede la progettazione e la produzione di un'auto da corsa, valutata durante una serie di prove in base alle sue qualità di design e di efficienza ingegneristica. Ogni anno si tengono, in diverse nazioni, dieci eventi, quello italiano, quest’anno giunto alla tredicesima edizione, si è svolto sul circuito Riccardo Paletti di Varano de Melegari, è stato organizzato da ANFIA e ha visto la partnership, in qualità di sponsor principale di FCA, presente con il marchio Abarth, e di Dallara automobili.

70 atenei e 81 team in competizione

All’evento hanno partecipato più di 2.600 studenti provenienti da 23 Paesi del mondo e da oltre 70 diversi atenei. In tutto i team in gara sono stati 81 di cui 18 italiani. Una competizione, quella della Formula SAE, che abbraccia tutta la filiera del motorsport e che coinvolge molte "branche del sapere”, non solo ingegneristico, visto che i Team hanno dovuto presentare anche il piano aziendale e del design della vettura con l’analisi dei costi. Solo chi ha passato l’esame del "portafogli" è potuto scendere in pista per le prove di: accelerazione, skid-pad e autocross fino all’endurance.

Università italiane sul podio

Due le categorie: la Classe 1C (vetture a combustione interna) e la Classe 1E, cioè le vetture elettriche. I vincitori assoluti sono stati l’Università di Wroclaw (Breslavia) per la Classe 1C e quella di Stoccarda per la Classe 1E. Anche gli atenei italiani sono andati forte: il Politecnico di Milano è arrivato secondo nelle le vetture a combustione interna e il Politecnico di Torinoterzo fra le vetture elettriche. Mentre nella Classe in cui si presentava il solo progetto ha vinto l’Università di Padova. Un team Italiano anche fra i vincitori della gara Endurance il Politecnico di Milano si è portato a casa, infatti, il Trofeo intitolato al marchio Abarth nella Classe 1C, mentre l’Università di Stoccarda quello della Classe 1E.

Autore:

Tag: Motorsport , Abarth , università


Top