dalla Home

Eventi

pubblicato il 4 marzo 2008

Ginevra 2008: voglia di coupé

Il segmento è sempre più affollato

Ginevra 2008: voglia di coupé
Galleria fotografica - Voglia di CoupéGalleria fotografica - Voglia di Coupé
  • Voglia di Coupé - anteprima 1
  • Voglia di Coupé - anteprima 2
  • Voglia di Coupé - anteprima 3
  • Voglia di Coupé - anteprima 4
  • Voglia di Coupé - anteprima 5
  • Voglia di Coupé - anteprima 6

Coupé. Concetto filosofico speciale, importante, serio, di un peso non indifferente nella storia dell'auto. Un tempo i coupé erano una categoria ben circoscritta, limitata a una stretta cerchia di tipologie di carrozzeria e di marchi produttori: coupé erano le creazioni di Porsche, Ferrari, Maserati, Lamborghini, Aston Martin. Erano "qualche" BMW, pochissime FIAT (come la 2300S o la Dino) "una" Toyota (la 2000 GT).

Erano auto per single o per giovani rampolli, per gli amanti di un certo tipo di guida, di un certo tipo di vita, soavemente profumata di libertà, di indipendenza, di attimi fuggenti. Oggi ogni Costruttore ha una coupé, ogni segmento di mercato ha una coupé, ogni tipologia di motore ha una coupé, ogni desiderio ha come risposta una vettura coupé. Ma il concetto appare stravolto: uno spot di qualche tempo fa si basava si una frase ben precisa : "oggi prendo il coupé". Anche il maggior produttore di auto di lusso al mondo, Rolls Royce, può vantare una vettura coupé che non esita a definire adatta per assaporare tutte le tipiche caratteristiche di una tipica auto ad alte prestazioni per "misti veloci".

La conseguenza è che a Ginevra c'è un mare magnum di nuove coupé: Volkswagen Passat CC e Scirocco, Audi TT con motore a gasolio, Cadillac CTS Coupé, Infiniti G37 Coupé, Saab 9-X Concept, Hummer H3T, Land Rover LRX, BMW Serie 1 coupé, Mercedes CLC o la nuova gamma della cinese Brilliance.

Le Case automobilistiche, complici la grandiosa flessibilità delle piattaforme, dei propulsori, (ormai disponibili in miriadi di versioni con differenti livelli di potenza e coppia grazie alle immense potenzialità dell'elettronica) e la potenza del Marketing, riescono a trasformare una berlina tre volumi, una compatta del segmento B o C, in una filante coupé sportiva agendo con ceselli studiati ad hoc.

Il risultato di questo intenso e immane lavoro di livellamento spinge la vettura coupé verso un certo qual senso di mortificazione, di conseguenza una "vera" vettura degna di questa classificazione sembra giustificarsi solo con il peso che il suo blasone è riuscito a mantenere durante i decenni.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Eventi


Top