Test

pubblicato il 19 luglio 2017

Porsche 911 GT3 in pista con le Sport Maxx Race 2 [VIDEO]

La nuova gomma Dunlop high performance è stata sviluppata a braccetto con Porsche ed è in primo equipaggiamento

Galleria fotografica - Dunlop Sport Maxx Race 2, la prova in pistaGalleria fotografica - Dunlop Sport Maxx Race 2, la prova in pista
  • Dunlop Sport Maxx Race 2, la prova in pista - anteprima 1
  • Dunlop Sport Maxx Race 2, la prova in pista - anteprima 2
  • Dunlop Sport Maxx Race 2, la prova in pista - anteprima 3
  • Dunlop Sport Maxx Race 2, la prova in pista - anteprima 4
  • Dunlop Sport Maxx Race 2, la prova in pista - anteprima 5
  • Dunlop Sport Maxx Race 2, la prova in pista - anteprima 6

Un pneumatico sportivo deve avere molte qualità, specialmente se viene scelto da una Casa come Porsche per accompagnare in concessionaria la nuova 911 GT3 (qui la nostra prova). A giudicare dalla scheda tecnica, il nuovo Dunlop Sport Maxx Race 2 sembra avere tutte le carte in regola e l'abbiamo provato sulla pista di sviluppo Dunlop a Mireval, nel Sud della Francia, calzato sulla nuova Porsche 911 GT3 con cambio manuale. Ecco come è andata.

Come è

Il principale vantaggio del Dunlop Sport Maxx Race 2 è quello di essere cresciuto insieme alle performance della nuova GT3. Ciò significa che c'è stato un grande scambio di informazioni fra i tecnici Dunlop e quelli Porsche, che si sono confrontati a lungo su quale fosse la via migliore per ottenere un pneumatico che fosse in grado di supportare al meglio le performance di questa 911. Oltre alla mescola derivata direttamente dal mondo racing, per un grip adeguato, il Dunlop Sport Maxx Race 2 ha una carcassa ibrida con innesti di aramide, materiale che contribuisce a mantenere inalterate le performance nel tempo. Poi ci sono i ponticelli sulla prima scanalatura, che rinforzano la parte laterale del battistrada, per aumentare la tenuta in curva. Inoltre, ottimizzando l'impronta a terra, i tecnici Dunlop affermano di aver raggiunto l'obiettivo prefissato dagli uomini Porsche: una risposta dello sterzo accurata e lineare, dote imprescindibile per la GT3. Regolarmente omologato per la circolazione stradale, questo Dunlop è stato progettato per una durata inferiore ai 20.000 km e performance sul bagnato solo sufficienti: il target è quello della guida su asciutto, dove c'è bisogno del massimo grip. Disponibile nelle misure da 19 ad oltre 21 pollici, lo Sport Maxx Race 2 è stato concepito per quelle auto che verranno usate il 70% su strada e il 30% in circuito e, in futuro, arriverà anche misure più piccole.

Come va

Premessa: valutare un pneumatico è sempre molto complicato, perché entrano in gioco molte variabili (auto su cui è montato, pressioni di gonfiaggio, meteo, asfalto, circuito...) che possono cambiare in un attimo le carte in tavola. In attesa del piatto forte del test, pochi giri sul circuito di Mireval - una delle sei piste prova Dunlop-Goodyear – una prova di slalom con una 911 Targa 4 GTS mi fa prendere confidenza con la nuova gomma. Perdite di aderenza sempre progressive, consumo nella norma e un bel grip: considerando gli oltre 1.600 kg di questa Targa e il tracciato “obbligato” dello slalom, non ci si può proprio lamentare. Le cose vanno bene anche lungo il circuito, un saliscendi affacciato sul mare, con una simpatica alternanza di curve veloci e lente. Certo, la 911 GT3, con il suo assetto pronto-gara e le ruote posteriori sterzanti, aiuta e pure tanto. Ma dal canto loro le Dunlop Sport Maxx Race 2 si dimostrano valide compagne di giochi, con una notevole resistenza al surriscaldamento e una linearità di risposte sullo sterzo che colpisce: d'altronde, questa caratteristica era proprio nel “capitolato” di progetto Porsche. Un mix di sensazioni, affinamenti e riscontri pratici che regala un'amalgama unica tra i componenti, per regalarvi una connessione ancora più intima con l'auto. Specie se la scegliete con il cambio manuale, un vero e proprio strumento di precisione: se non può competere con il PDK quanto a velocità d'esecuzione, di certo si prende la sua rivincita alla voce “emozioni”. Provare per credere.

Curiosità

Dai primi, rudimentali, pneumatici, la tecnologia ha fatto passi da gigante. Pensate che, nel 1888, il pneumatico tipo di Dunlop, in cotone, poteva sopportare carichi fino a 50 kg, raggiungere una velocità massima di 20 km/h e durava meno di 1.000 km. Oggi, il Dunlop Sport Maxx Race 2 può sopportare 1.000 kg, toccare i 330 km/h e durare meno di 20.000 km. Solo una cosa non è cambiata in 125 anni di storia: l'aria, che si fa sempre carico di sopportare il peso del veicolo.

Scheda

Dunlop Sport Maxx Race 2
Quando arriva: Già disponibile
Misure: da 19” ad oltre 21”
Struttura: ibrida, con aramide
Velocità massima: 330 km/h
Durata: inferiore ai 20.000 km

Autore: Andrea Rapelli

Tag: Test , Porsche , pneumatici


Vai allo speciale
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 26
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 24
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 23
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 23
Vai al Salone Salone di Francoforte 2017
 
Top