dalla Home

Test

pubblicato il 18 luglio 2017

Toyota Yaris GRMN, quella sportiva si guida con gusto [VIDEO]

Tutti i motori oggi sono turbo? Lei no, e con il compressore anche le sospensioni sono molto divertenti

Galleria fotografica - Toyota Yaris GRMN, la prova al NurburgringGalleria fotografica - Toyota Yaris GRMN, la prova al Nurburgring
  • Toyota Yaris GRMN, la prova al Nurburgring - anteprima 1
  • Toyota Yaris GRMN, la prova al Nurburgring - anteprima 2
  • Toyota Yaris GRMN, la prova al Nurburgring - anteprima 3
  • Toyota Yaris GRMN, la prova al Nurburgring - anteprima 4
  • Toyota Yaris GRMN, la prova al Nurburgring - anteprima 5
  • Toyota Yaris GRMN, la prova al Nurburgring - anteprima 6

Ci sarà un motivo, no, se chi ha la fortuna di guidare supercar da sogno (per lavoro o perché le possiede) racconta di divertirsi più spesso con una piccola sportiva...  In inglese si chiamano hot hatch e nel caso della Toyota Yaris GRMN parliamo delle versioni cattive di macchine come la Ford Fiesta ST, la Renault Clio RS, la Peugeot 208 GTi e tutte le alternative messe a confronto in questo articolo. Dalla Abarth 595 alla Volkswagen Polo GTI, passando per la MINI John Cooper Works. Ecco com’è andata (potete guardare anche il video) la prima prova di questa nuova bomba giapponese, su strada e sul mitico circuito del Nürburgring.

Com’è

Non è una sportiva per chi non ama farsi notare, la Yaris GRMN. Quattro lettere che stanno per Gazoo Racing tuned by "Meister of Nürburgring", dove GR è sostanzialmente il reparto corse della Toyota - che sviluppa le auto da competizione, travasando quest’esperienza sulle sportive stradali - e MN (meister vuol dire maestro, campione, esperto) ricorda il legame con il famosissimo circuito tedesco. Durante la definizione delle prestazioni e dell’assetto di questa Yaris, che festeggia anche il ritorno di Toyota nel campionato rally WRC, ingegneri e collaudatori hanno definito gli irrigidimenti al telaio, il dimensionamento di gomme e freni e l’aerodinamica di supporto ai 215 CV del motore 1.8 con compressorevolumetrico. Ed è tra il Nürburgring e il circuito giapponese del Fuji che è stato scelto anche il supporto dei sedili sportivi, il posizionamento della pedaliera in alluminio o il fatto di usare lo stesso volante della Toyota GT86. Il più piccolo e sportivo disponibile. Per il resto la carrozzeria, disponibile solo a 3 porte, non perde lo spazio per persone e bagagli, molto buono per una macchina lunga poco più di 4 metri.

Come va

In realtà, la cosa più interessante della scocca di questa Yaris è il peso dichiarato, 1.135 kg, che messo a confronto con la potenza del 4 cilindri usato anche sulle Lotus porta ad un rapporto peso/potenza di 5,35 kg per cavallo. Il migliore rispetto alle concorrenti, a detta di Toyota. Quel che è certo è che guidare la GRMN è uno spasso! Il motore spinge subito e fa uscire un gran bel rumore dallo scarico centrale, il cambio è più scorrevole rispetto alla media di altri modelli del marchio giapponese e anche la risposta dello sterzo dà fiducia, invoglia a godersi l’ottimo comportamento di molle e ammortizzatori, sviluppato assieme a Sachs. L’assetto non è inutilmente rigido come si potrebbe pensare, solo la barra antirollio fa scivolare un po’ l’avantreno nelle curve veloci con asfalti rovinati. Il grip delle gomme da 17", il mordente e la linearità dei freni e l’agilità del retrotreno invece sono belli intuitivi, invogliano a godersi prestazioni anche qui al top della categoria. Nel video, vi racconto meglio cosa si prova guidandola.

Curiosità

Un ingegnere giapponese, Yoshinori Sasaki, che tutti i giorni si fa il suo bel casa-lavoro su una Daihatsu Copen perché - parole sue - adora le auto leggere e il belga Stijn Peeters, capo progetto della Yaris GRMN con l’obiettivo di migliorare la risposta del pedale del freno di tutte le Toyota ibride, per farle entrare in curva il più possibile come una sportiva. Due tecnici molto diversi tra loro, ma con l’identica grande voglia di piacere di guida che è stata alla base dello sviluppo di questa auto.

Quanto costa

Di Yaris GRMN sono previsti solo 350 esemplari, una serie limitata ordinabile sul sito internet https://www.toyota.it/mondo-toyota/yaris-grmn.json# da 29.900 euro a partire dal 27 luglio, giorno d’inizio del rally di Finlandia. E la sensazione è che, dopo questo assaggio, in Toyota vogliano continuare con una versione sportiva anche della prossima Yaris, portando avanti così anche con la trazione anteriore la filosofia focalizzata sul divertimento di guida iniziata con la coupé a trazione posteriore GT86.

La scheda

Motore: 1.8 4 cilindri in linea con compressore volumetrico
Quando arriva: 27 luglio 2017
Quanto costa: 29.900 euro
Potenza: 212 CV (250 Nm di coppia)
Consumo medio (secondo ciclo NEDC): 7,5 litri/100 km
Emissioni CO2: 170 g/km
Accelerazione 0-100 km/h: 6,3 secondi
Garanzia: 3 anni / 100.000 km

Scheda Versione

Toyota Yaris
Nome
Yaris
Anno
2014 (restyling del 2017)
Tipo
Normale
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Toyota , auto giapponesi , nurburgring


Top