dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 14 luglio 2017

Nuova Mercedes Classe A, fra le novità anche la guida assistita

Attesa nel 2018, la berlina compatta sarà ispirata allo studio Aesthetics A e dovrebbe avere anche un motore ibrido

Nuova Mercedes Classe A, fra le novità anche la guida assistita
Galleria fotografica - Nuova Mercedes Classe A, il renderingGalleria fotografica - Nuova Mercedes Classe A, il rendering
  • Nuova Mercedes Classe A, il rendering - anteprima 1
  • Nuova Mercedes Classe A, il rendering - anteprima 2
  • Nuova Mercedes Classe A, il rendering - anteprima 3
  • Nuova Mercedes Classe A, il rendering - anteprima 4
  • Nuova Mercedes Classe A, il rendering - anteprima 5
  • Nuova Mercedes Classe A, il rendering - anteprima 6

Le persone meno informate crederanno magari che la Mercedes Classe A del 2018 sarà un aggiornamento di quella odierna. Del resto è facile pensarlo, osservando le foto degli esemplari di test: la berlina appare molto simile e non verrà stravolta nella carrozzeria, ma aggiornata nei dettagli e resa più moderna. In realtà la Classe A sarà quasi del tutto nuova e adotterà numerose soluzioni non disponibili per il modello oggi in vendita, a partire dalla guida assistita fino alla base meccanica evoluta, che dovrebbe assicurare un sensibile risparmio nei pesi. Novità di questo calibro dimostrano che Mercedes non si limiterà ad un “semplice” aggiornamento, ma rinnoverà l’auto così da farsi trovar pronta non appena verranno lanciate le nuove generazioni delle Audi A3 e BMW Serie 1, modelli piuttosto in là con gli anni che saranno rinnovati fra poco tempo.

La mascherina è la stessa della Mercedes-AMG GT

L’ispirazione per la nuova Classe A arriva dal modello di stile Aesthetics A, mostrato a inizio 2017 con il preciso obiettivo di anticipare la nuova generazione della berlina. Le linee della Aesthetics A si ritrovano nella nostra ricostruzione grafica, a partire dal frontale, complice la forma più arrotondata del cofano motore, il taglio rastremato delle luci e la presenza della mascherina Panamericana, già vista sulla sportiva AMG GT, che trasmette al muso un’impressione di maggior sportività e dinamismo: la griglia ha un aspetto più massiccio ed è concava. I cambiamenti saranno meno accentuati nella fiancata e dietro, grazie alla presenza di fanali a led più elaborati e accattivanti di quelli odierni. Di lato invece resterà il grosso montante posteriore, un elemento tipico della Classe A, al pari del muso accentuato e della coda raccolta. La lunghezza dovrebbe attestarsi sui 4,30 metri.

Arriva l'alluminio per la meccanica di base MFA

Le principali novità della nuova berlina tedesca saranno in parte nascoste, se è vero che arriveranno una base meccanica in parte rivista e un motore ibrido con batterie ricaricabili alla spina: l’autonomia promessa in modalità a zero emissioni, stando a quando emerso finora, saranno di circa 50 chilometri. La nuova Classe A adotterà un’evoluzione della piattaforma MFA a trazione anteriore o integrale, modificata grazie alla presenza di nuovi componenti in alluminio, che dovrebbe far risparmiare qualche decina di chili e migliorare il comportamento dell’auto fra le curve. All’interno sarà disponibile il quadro strumenti digitale, mentre le tecnologie di assistenza alla guida verranno riprese dalle Mercedes più lunghe e costose: non dovrebbe mancare quindi il sistema che gestisce la dinamica dell’auto in colonna. L'esordio è fissato per il 2018.

Scegli Versione

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , Mercedes-Benz , auto europee , auto ibride , rendering


Top