dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 12 luglio 2017

Dossier Assicurazioni

Assicurazione auto, le polizze anti-guai estivi

Tutto sulle garanzie contro gli imprevisti dei viaggi in macchina

Assicurazione auto, le polizze anti-guai estivi

Al di là della Rc auto obbligatoria (carissima, ma coi prezzi in calo), il ventaglio di polizze per coprire la vettura è molto ampio. E, d’estate, diventa ancora più intelligente valutare le varie possibilità offerte dalle compagnie: l’obiettivo è tutelare la macchina durante esodo e controesodo, tenendo comunque presente che ogni singola assicurazione dura 12 mesi, e pertanto tornerà utile anche in contesti diversi dai viaggi estivi. Qui in basso, trovate un tris di proposte da prendere in esame, valutando ovviamente anche i costi: questi variano in base a una miriade di fattori. Essenzialmente, il prezzo è tanto più alto quanto più elevato il rischio che si verifichi il “sinistro”: l’incidente, il guasto, il malore o altro.

Tripletta da valutare

1. Assistenza stradale. Indicativamente, a seconda della compagnia, ci sono tre livelli di polizza Assistenza stradale. Quella standard prevede l’assistenza stradale, 24 ore su 24 in Italia e all'estero, il traino della vettura fino all'officina più vicina nel caso in cui la macchina non sia più utilizzabile. Generalmente con un massimale, ossia l’importo massimo risarcito, di 500 euro. E se bucate, c’è pure l’invio di un tecnico incaricato. La seconda garanzia Assistenza stradale aggiunge l’auto sostitutiva in caso di furto totale della vostra vettura, oppure di guasto o incidente. Di solito, una clausola richiede che le riparazioni siano di durata superiore a 6 ore: solo a queste condizioni, la polizza opera. Poi, c’è un rimborso taxi fino a un massimale, grosso modo di 100 euro. Infine, un terzo livello di Assistenza stradale: aggiunge l'invio dei documenti assicurativi tramite corriere, l’anticipo spese di prima necessità a seguito di furto del bagaglio. E se ci sono spese urgenti, la copertura, con massimale di 500 euro. Sono talvolta previste le spese di pernottamento per indisponibilità del mezzo quando ci si trova a più di tot km (in genere 50 km) dalla residenza.

2. Guidatore. La polizza Conducente assicura il guidatore: non importa se al volante eravate voi (proprietari del mezzo) o una qualsiasi altra persona. Spesso, perché scatti, dev’esserci come conseguenza almeno l’invalidità permanente (superiore a un dato punteggio di invalidità permanente) del guidatore. Il capitale assicurato varia: da 50.000 a 150.000 euro. Potrebbe esserci un minimo necessario di invalidità affinché la polizza si attivi. Un esempio: se l’invalidità permanente è fissata al 50%, dal 51% in poi verrete risarciti. Se l’invalidità permanente è fissata al 10%, dall’11% in poi sarete rimborsati. Più bassa la percentuale di invalidità da cui parte l’indennizzo, più alto il costo della polizza. Esistono comunque due tipi di copertura: quella economica che prevede indennizzo solo quando si ha torto nel sinistro (se si ha ragione il danno fisico viene pagato con la Rca) e quella più ricca che lo prevede anche in caso di ragione nel sinistro.

3. Tutela legale. In caso di incidente senza colpa (siete vittime), la garanzia Tutela legale vi fornisce l’assistenza e la copertura delle spese legali necessarie per ottenere il risarcimento dei danni subiti nonché per la difesa penale. Vale sia se siete conducenti del veicolo o sia se siete pedoni o ciclisti. La garanzia Tutela legale può essere attivata solo se autorizzata da chi presta la garanzia stessa, sia penalmente sia civilmente: per intendersi, se tamponate il veicolo che precede, avete torto al 100% senza dubbi, e decidete di fare causa, non otterrete la Tutela legale.

Imprevisti, che seccatura

Esiste anche la polizza Imprevisti o alcune garanzie che vi coprono contro una di queste “sfortune” che possono capitare a chiunque nei viaggi estivi, così come nel resto dell’anno. In caso di furto o distruzione del veicolo, rimborsano le spese di immatricolazione di un’altra auto dello stesso tipo se assicurata con quella compagnia: occhio, ovviamente non coprono il costo dell’auto rubata (per quello, serve la polizza Incendio e furto vera e propria, ma attenti alle franchigie). Quella polizza o una garanzia specifica copre in caso di perdita documentata di chiavi o della patente di guida: fino a un massimale di spesa, indicativamente di 250 euro.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , assicurazioni


Top