dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 29 febbraio 2008

Mercedes Classe C BlueEFFICIENCY

Arrivano le versioni eco-friendly anche per Mercedes

Mercedes Classe C BlueEFFICIENCY
Galleria fotografica - Mercedes Classe C BlueEFFICIENCYGalleria fotografica - Mercedes Classe C BlueEFFICIENCY
  • Mercedes Classe C BlueEFFICIENCY - anteprima 1
  • Mercedes Classe C BlueEFFICIENCY - anteprima 2
  • Mercedes Classe C BlueEFFICIENCY - anteprima 3
  • Mercedes Classe C BlueEFFICIENCY - anteprima 4
  • Mercedes Classe C BlueEFFICIENCY - anteprima 5
  • Mercedes Classe C BlueEFFICIENCY - anteprima 6

Seguendo la strada già percorsa da altri costruttori generalisti, Mercedes introduce il fenomeno delle linee di prodotto ad alta efficienza anche nel segmento premium con la gamma BlueEFFICIENCY.

Il lavoro segue il trend all'insegna del risparmio energetico, come già fatto da molti costruttori dalla Bmw alla Volvo, passando Volkswagen, Renault e Ford. Si prende un modello si apportano alcune semplici migliorie, principalmente nella componentistica, per abbassare i consumi e migliorare l'efficienza complessiva, creando una gamma "eco-friendly" ad hoc.

A Ginevra vengono presentate le C180 KOMPRESSOR, C 200 CDI e C350 CGI BlueEFFICIENCY: per le prime due nessuna diminuzione di potenza per i motori rispettivamente 1.6 benzina da 156 CV e 2.2 da 136 CV, che però in questa versione consumano 6,5 lt/100 km e 5.1 lt/100 km, ovvero 0,9 e 0,6 litri di carburante in meno rispetto alle varianti standard. Scende anche il valore delle emissioni di CO2 a 156 e 135 gr/km.

L'intervento è invece andato un po' più a fondo sulla C 350 CGI BlueEFFICIENCY, che sarà commercializzata entro la fine dell'anno, perché il V6 da 3498 cc in questa versione gode dei vantaggi dell'iniezione diretta di seconda generazione, che riduce i consumi a 8,4 lt/100 km, ma aumenta coppia e potenza di 20 CV e 15 Nm con 292 CV e 365 Nm.

Il primo compito degli ingegneri di Singelfingen è stato quello di diminuire il peso: il parabrezza è stato sostituito con un tipo utilizzato anche sulle Maybach, più sottile e leggero di circa 1,2 kg. Poi è stata riprogettata la paratia del vano motore con un risparmio di peso di circa il 20% e sono stati adottati nuovi cerchi in lega e pneumatici a bassa resistenza al rotolamento, entrambe più leggeri con un risparmio di 2,5 kg rispetto a quelli convenzionali. Interventi semplici, che però hanno consentito di risparmiare dai 19 ai 32 kg a seconda dei modelli.

Con l'adozione di rivestimenti aerodinamici sul fondo vettura e sul motore, chiudendo in parte la griglia del radiatore, sigillando le fessure fra il cofano e i fari, montando nuovi specchietti più filanti e abbassando l'assetto di 15 mm l'aerodinamica delle BlueEfficiency è sensibilmente migliore di quella delle versioni correnti perchè il Cx è sceso da 0,27 a 0,25.

Inoltre il servosterzo idraulico assorbe meno energia dal motore grazie ad una seconda valvola che esclude la pompa del servosterzo quando non ce n'è bisogno, ad esempio quando si percorre un rettilineo per un po' di tempo come in autostrada. E proprio per risparmiare sulle lunghe percorrenze è stata allungata la sesta marcia, che insieme alla trasmissione finale, che gode di cuscinetti più efficienti e ingranaggi del differenziale forgiati e di struttura più leggera, contribuisce a ridurre gli attriti e far girare il motore ad un regime più basso.

All'interno il guidatore sarà informato da un piccolo quadro della strumentazione spia che consiglia il punto ottimale di cambio marcia e il consumo corrente, un dispositivo che, secondo test effettuati da Mercedes può fare risparmiare fino al 15% di carburante.

Scegli Versione

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , Mercedes-Benz , ginevra , inquinamento


Top