dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 28 febbraio 2008

Volvo Jacob: concept evocativa

Il sapore dell’antico, della prima Volvo

Volvo Jacob: concept evocativa
Galleria fotografica - Volvo Jacob: concept evocativaGalleria fotografica - Volvo Jacob: concept evocativa
  • Volvo Jacob: concept evocativa - anteprima 1
  • Volvo Jacob: concept evocativa - anteprima 2
  • Volvo Jacob: concept evocativa - anteprima 3
  • Volvo Jacob: concept evocativa - anteprima 4
  • Volvo Jacob: concept evocativa - anteprima 5
  • Volvo Jacob: concept evocativa - anteprima 6

Il 14 aprile 2007 Volvo ha festeggiato i suoi primi 80 anni di presenza nel campo automobilistico; proprio quel giorno del 1927, infatti, veniva completata la prima automobile della sua lunga storia. Ma mentre l'attività guarda febbrilmente al futuro, il costruttore svedese si concede un vezzoso regalo di compleanno.

La prima Volvo della storia, la OV4 (acronimo di auto scoperta, 4 cilindri), soprannominata Jacob, rivive in una moderna ed evocativa hot rod, la Hot Rod Jacob, prodotta dalla svedese Caresto e costruita facendo largo uso di tecnologia moderna. Non a caso, il corpo vettura è in leggera e robusta fibra di carbonio, sulla quale è stata applicata una carrozzeria interamente in alluminio e prodotta sapientemente a mano seguendo gli stessi procedimenti produttivi utilizzati negli anni 20.

Equipaggiata con cambio manuale e trazione posteriore, questo originale prototipo monta un motore 5 cilindri T5 benzina Flexi Fuel (funziona sia con benzina, sia con etanolo) con 265 Cv di potenza massima e 370 Nm di coppia. Il motore è alloggiato in un sottotelaio anteriore con funzione portante.

L'impianto frenante si compone di quattro giganteschi dischi con diametro di 450 mm all'anteriore e 515 al posteriore (fornito di pinze a quattro pistoncini). Le sospensioni sono a doppi triangoli e le ruote, in alluminio, hanno diametro di 19" davanti e 22" dietro, con pneumatici da 225 e 295 mm di larghezza del battistrada.

L'auto, tuttavia, non è moderna al 100% ma si avvale di alcuni componenti provenienti dalla produzione Volvo di un tempo: il volante e la leva del cambio, ad esempio, sono della Volvo 1800S del 1962, il cambio, denominato M90, è proviene da una Volvo 960. Tutte queste parti sono state fornite da Volvo Genuine Classic Parts, divisione del marchio dedicata esclusivamente alla fornitura di ricambi per esemplari d'epoca.

Dopo la presentazione ufficiale al Museo Volvo di Goteborg, la Hot Rod Jacob ha iniziato un nutrito programma di presenze in giro per il paese. Il prossimo novembre sarà esposta al SEMA di New York, un omaggio all'America e alla sua grande passione per le vetture hot rod.

Ammirandola, non si può non pensare a come potrebbe essere un'edizione moderna della Ferrari 125, della Porsche 356-1, della Maserati Tipo 26 o della Lamborghini 350 GTV.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Prototipi e Concept , Volvo , new york


Top