dalla Home

Motorsport

pubblicato il 6 luglio 2017

Formula E, l'ePrix di Roma è ufficialmente realtà

Presentato oggi il progetto in Campidoglio. L'indotto varrà circa 50 milioni di euro l'anno

Formula E, l'ePrix di Roma è ufficialmente realtà
Galleria fotografica - Formula E, l'ePrix di romaGalleria fotografica - Formula E, l'ePrix di roma
  • Formula E, l\'ePrix di roma - anteprima 2
  • Formula E, l\'ePrix di roma - anteprima 3
  • Formula E, l\'ePrix di roma - anteprima 4
  • Formula E, l\'ePrix di roma - anteprima 5
  • Formula E, l\'ePrix di roma - anteprima 6
  • Formula E, l\'ePrix di roma - anteprima 7

Parte oggi l'organizzazione dell'ePrix di Roma; con la presentazione del Gran Premio riservato alle monoposto elettriche da parte del Sindaco della Capitale, Virginia Raggi, del Presidente di EUR S.p.A., Ernesto Diacetti e del CEO di Formula E, Alejandro Agag, si comincia a ragionare sul come e soprattutto sul perché organizzare l’evento, visto che il quando, 14 aprile 2018, e il dove, quartiere dell’EUR, già erano stati resi noti. Fra i vantaggi diretti alla Capitale il rifacimento del manto stradale nella zona del circuito da parte di Formula E e la creazione di almeno 100 nuovi punti di ricarica per auto elettriche da parte di Enel, anche se fonti non ufficiali parlano addirittura di 500.

Riflettori puntati sull'ecosotenibilità

Tutte le autorità e in particolare l’amministrazione capitolina sono concordi nel sostenere come l’organizzazione di un evento full electric possa incentivare la diffusione dei motori a zero emissioni. In particolare, l’attenzione della Sindaca Raggi si concentra sui giovani che vedendo sfrecciare dei "bolidi cool" potrebbero essere maggiormenti attratti dalle auto elettriche anche per l’utilizzo quotidiano. Un evento sportivo, anche se motoristico, dunque, per lanciare un messaggio di ecosostenibilità e, perché no, di rilancio economico, visto che è indubbio che la zona dell’EUR (e non solo), dove si svolgerà la gara, potrebbe diventare "terreno di caccia" per il partner commerciali della Formula E. 

Un villaggio che parlerà ai giovani di auto elettriche

A cominciare dalla Nuvola, il centro congressi che ospiterà l’eVillage e che si aprirà al pubblico già una settimana prima dell’ePrix con eventi e iniziative dedicate alle scuole e ai ragazzi, per comunicare i vantaggi della mobilità elettrica in ambito urbano. Sulla portata commerciale ed educativa dell'evento sono d’accordo sia il Presidente di EUR S.p.A Roberto Diaccetti sia il Direttore Funzione Innovazione e Sostenibilità del Gruppo Enel, Erensto Ciorra. "La Formula E porterà un evento internazionale alla città, un indotto di 40-50 milioni di euro l'anno e soprattutto la possibilità incentivare e implementare, da parte dell'amministrazione, politiche di sensibilizzazione e promozione dell'elettrico per i cittadini", commenta Diacceti. Più diretto Ciorra che afferma: "Dobbiamo far capire a tutti che l’elettrico è figo, mentre i motori a combustione sono antichi e da sfigati".

Maggiori approfondimenti su Motorsport.com

Autore:

Tag: Motorsport , auto elettrica , mobilità sostenibile


Top