dalla Home

Test

pubblicato il 5 luglio 2017

Renault Espace, più potente con il nuovo turbo benzina

Il restyling estetico è quasi impercettibile, ma adesso è più performante e ha tanta tecnologia a bordo

Renault Espace, più potente con il nuovo turbo benzina
Galleria fotografica - Renault Espace MY 2017Galleria fotografica - Renault Espace MY 2017
  • Renault Espace MY 2017 - anteprima 1
  • Renault Espace MY 2017 - anteprima 2
  • Renault Espace MY 2017 - anteprima 3
  • Renault Espace MY 2017 - anteprima 4
  • Renault Espace MY 2017 - anteprima 5
  • Renault Espace MY 2017 - anteprima 6

Dici monovolume e pensi a lei. Trentatrè anni di storia durante i quali ha conquistato 62mila clienti in tutto il mondo e cinque generazioni alle spalle, oggi Renault Espace debutta in una nuova veste. Quasi impercettibile il ritocco estetico al design di questo MPV mentre la vera rivoluzione avviene sottopelle con l’introduzione di un nuovo motore benzina, ancora più performante, realizzato in partnership con Renault Sport. In vendita a partire da domani, l’ammiraglia della Losanga sarà disponibile nelle configurazioni 5 e 7 posti, per chi è alla ricerca di un’auto pratica per l’uso urbano ma che fa dello spazio e della versatilità i suoi veri punti di forza.

Com’è

Esternamente, come tutti i modelli nati “dalla matita” del designer Laurens Van Den Acker, nuova Espace si distingue per un frontale ridisegnato, le spalle larghe e la firma luminosa C-Shape che contraddistingue tutta la gamma del brand francese. Più carattere nelle linee grazie anche ai nuovi cerchi da 18’’ Argonaute di serie sul livello Intens. Dentro l’abitacolo, la dimensione “lounge” della vettura viene accentuata dal parabrezza panoramico, che crea un ambiente rilassante, e dai sedili anteriori ventilati (disponibili sulla Initiale Paris). Per quanto riguarda la tecnologia di bordo, è prevista la nuova compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto, tramite il sistema di navigazione R-Link 2, di serie dal primo livello mentre l’audio è affidato all’impianto Bose da dodici altoparlanti. Lunga 4.857 mm e larga 2.128 con un passo di 2.884 mm , il Model Year 2017 della monovolume Renault dispone di un vano bagagli che può spaziare dai 719 ai 2.035 dm3 - a seconda se si sceglie di ripiegare solo la terza o anche la seconda fila di sedili - e si guida con la stessa agilità e maneggevolezza di una compatta grazie al telaio 4Control con sospensioni pilotate e al sistema personalizzabile Multi-Sense, già presente sulle altre vetture top di gamma. Queste dotazioni completano i sistemi di assistenza alla guida come il cruise control adattivo, la frenata attiva di emergenza, il sensore di angolo morto e il sistema di riconoscimento della segnaletica, nonché la Parking Camera e l’Easy Park Assist per il parcheggio automatico.

Come va

Sotto al cofano è possibile scegliere tra due diesel dCi 130 BVM6 e dCi 160 EDC6 ma la vera novità è rappresentata dal nuovissimo benzina Energy Tce 225 EDC7. Questa nuova motorizzazione, protagonista del nostro test drive nella provincia parigina, prende il posto della Energy 1.6 TCe 200 EDC. Per lo sviluppo di questo quattro cilindri da 1.8 litri (1.798 cm3 ), gli ingegneri di Renault Sport si sono associati a quelli di Renault per sviluppare questa versione specifica da 225 CV con gran parte del lavoro che si è focalizzato sull’ottimizzazione del turbocompressore e del sistema di iniezione diretta. La caccia al ‘sovrappeso’ ha innescato riflessioni per consentire a Espace MY2017 di mantenere uno dei suoi principali vantaggi competitivi e portare il rapporto peso/potenza a 7,2 kg/CV. Nel complesso, l’aumento di peso rispetto al precedente Energy TCe 200 EDC è inferiore a 5 kg. L’incremento dei valori di potenza e coppia si attestano rispettivamente a +12,5% e +15%. La potenza tocca i 225 CV a 5.600 giri/minuto e la coppia rappresenta 300 Nm in un range più ampio, che va da 1.750 a 5.000 giri/minuto. Questa motorizzazione passa da 0 a 100 km/h in soli 7,6 secondi (-1 secondo vs. Energy TCe 200 EDC). E i risultati dell’intervento tecnico si vedono tutti, a partire dalla possibilità di disporre di maggiore coppia a bassi regimi. La guida è grintosa e scattante, al punto che in alcuni momenti si dimentica di essere al volante di una monovolume grazie all’agilità delle manovre e alla manegevolezza di nuova Espace, che riesce a cavarsela egregiamente anche nelle piccole strade dei centri urbani.

Curiosità

Una delle caratteristiche che ha fatto negli anni il successo di Espace è proprio la sua modularità interna che oggi viene accentuata dal One Touch, per ripiegare su richiesta, tutti insieme o singolarmente, i sedili di seconda e terza fila. Questa operazione si effettua semplicemente con tre modalità di comando: dallo schermo R-LINK 2 della consolle centrale; dai comandi del bagagliaio, dalla leva manuale posta sul lato di ogni sedile. È disponibile anche il portellone motorizzato, che si aziona tramite la card Renault, l’apposito comando sul portellone stesso o sul cruscotto oppure con la modalità apertura mani libere (a seconda delle versioni). In questo caso, è possibile accedere al bagagliaio anche quando si hanno le mani occupate: basta passare il piede sotto il paraurti posteriore per ottenere l’apertura del portellone.

Quanto costa

Nuova Espace viene offerta in tre diversi livelli di allestimento (Zen, Intens e Initiale Paris) ad un prezzo di partenza di 33.800 euro. Per quanto riguarda la versione equipaggiata con il motore benzina TCe il prezzo d’attacco è di 39.100 euro.

Scheda

Motore: Energy TCe 225 con cambio automatico doppia frizione 7 rapporti EDC
Quando arriva: in vendita da domani (6 luglio)
Quanto costa: 39.100 euro il prezzo per la versione equipaggiata con il benzina
Potenza: 225 CV
Quanto consuma (ciclo combinato): 6,8 l/100 km
Quanta CO2 emette: 152 CO2 g/km
0-100 km/h: 7’’60

Autore:

Tag: Test , Renault , auto europee


Top