dalla Home

Attualità

pubblicato il 3 luglio 2017

Sciopero trasporti 6 luglio: ecco chi si ferma

Alcune sigle sindacali incrociano le braccia, sia a livello locale sia regionale

Sciopero trasporti 6 luglio: ecco chi si ferma

Stavolta non si tratta di venerdì, ma la data è da segnare in calendario comunque: giovedì 6 luglio, infatti, alcune sigle sindacali hanno indetto uno sciopero dei trasporti, che riguarda sia i mezzi pubblici locali sia i treni. I sindacati – in questo caso Usb, Sul-Ct e Faisa/Confail – hanno voluto rispondere al differimento dello sciopero previsto per il 26 giugno, dopo la precettazione del ministro Delrio.

Trasporto pubblico locale: gli orari dello sciopero a Roma e Milano

Diverse da città a città, come sempre, le modalità. A Roma sono a rischio bus (anche quelli periferici TPL), metro e ferrovie concesse (Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo, Termini-Centocelle): i lavoratori aderenti al sindacato Sul incrociano le braccia per 24 ore mentre quelli di Usb e Confail si fermano per quattro ore, rispettivamente dalle 11.00 alle 15.00 e dalle 8.30 alle 12.30. In ogni caso, le fasce orarie di garanzia permettono lo svolgimento regolare del servizio dall'inizio fino alle 8.30 e dalle 17.00 alle 20.00. Più limitati, a quanto sembra dalla nota diffusa da ATM, i disagi a Milano, dove bus, metro e tram sono a rischio tra le 18.00 e le 22.00.

I treni circolano (quasi) tutti regolarmente

Brutte notizie, invece, se siete pendolari Trenord: i treni suburbani che circolano in Lombardia possono subire ritardi, variazioni o cancellazioni fra le 9.00 e le 13.00 di giovedì 6 luglio. Le Frecce e i treni nazionali, invece, non dovrebbero subire variazioni di orario.

Autore:

Tag: Attualità , scioperi


Top