dalla Home

Curiosità

pubblicato il 29 giugno 2017

Dossier Goodwood Festival of Speed 2017

Aston Martin Vulcan AMR Pro, una forza "schiacciante"

Il pacchetto aerodinamico più estremo debutta a Goodwood per dare tenuta e accelerazione da record

Aston Martin Vulcan AMR Pro, una forza "schiacciante"
Galleria fotografica - Aston Martin Vulcan AMR ProGalleria fotografica - Aston Martin Vulcan AMR Pro
  • Aston Martin Vulcan AMR Pro - anteprima 1
  • Aston Martin Vulcan AMR Pro - anteprima 2
  • Aston Martin Vulcan AMR Pro - anteprima 3
  • Aston Martin Vulcan AMR Pro - anteprima 4
  • Aston Martin Vulcan AMR Pro - anteprima 5
  • Aston Martin Vulcan AMR Pro - anteprima 6

Quella delle supercar "track-only" è una categoria molto ristretta, ma di grande successo fra i pochi e facoltosi appassionati disposti a spendere cifre iperboliche per auto estreme da usare solo in pista, ma in nessuna gara di campionato. A questa élite si aggiunge oggi l'Aston Martin Vulcan AMR Pro, versione ancora più esagerata della già "furiosa" Vulcan. Come dice chiaramente il nome si tratta di uno speciale pacchetto sviluppato dal nuovo marchio sportivo AMR della Casa britannica per tutti i proprietari delle 24 Vulcan prodotte; lo scopo è quello di rendere ancora più veloce e coinvolgente la coupé non stradale da 820 CV e circa 2 milioni di euro. La prima apparizione in pubblico della Vulcan AMR Pro avviene al Goodwood Festival of Speed 2017 (29 giugno - 2 luglio), con una sgroppata sul famoso tracciato che farà sognare ogni cultore di belle auto.

Sviluppata coi clienti

Il lavoro di sviluppo operato sull'Aston Martin Vulcan AMR Pro comprende importanti aggiornamenti aerodinamici per aumentare il carico verticale sulla vettura e un accorciamento dei rapporti del cambio per migliorare l'accelerazione che già nella versione "di serie" è pari a 2,8 secondi sullo 0-100. A contribuire alla creazione del pacchetto AMR Pro, oltre ai proprietari, è stato il pilota ufficiale Darren Turner che durante le numerose sessioni di guida in circuito coi clienti ha di volta in volta esplorato le possibilità dell'incredibile Vulcan. Dopo aver realizzato il prototipo portato a Goodwood il reparto Q by Aston Martin Advanced Operations ha iniziato il lavoro di aggiornamento AMR Pro sulla prima vettura di un privato che sarà portato a termine in autunno.

Ali più grandi che la schiacciano all'asfalto

Le specificità dell'Aston Martin Vulcan AMR Pro iniziano dal frontale dotato di inediti sfoghi d'aria sopra i passaruota anteriori, baffi aerodinamici laterali e un enorme splitter frontale dotato di carenature mobili per ottimizzare la percorrenza in curva. Con una nuova carenatura del motore in fibra di carbonio sono stati risparmiati 5 kg di peso e l'inedito alettone di coda biplano che utilizza un flap "Gurney" da 20 mm e paratie laterali forate con un ulteriore Gurney da 15 mm. Tutte queste modifiche aumentano il carico verticale da 3.150 a 4.000 Nm, addirittura superiore ai 3.104 Nm esercitati dall'alto verso il basso sulla Vantage GTE che ha vinto la sua categoria nella 24 Ore di Le Mans 2017. Allo stesso modo il centro di pressione è stato spostato ancor più verso il centro dell'auto per migliorare il bilanciamento in pista.

 

Autore:

Tag: Curiosità , Aston Martin , auto inglesi , goodwood


Top