dalla Home

Tecnica

pubblicato il 26 febbraio 2008

Crash test per i pick up

Le prime tre prove svelano gravi problemi di sicurezza

Crash test per i pick up

Lo ha deciso il board di EuroNCAP annunciando i risultati delle prime tre prove effettuate su alcuni dei modelli più venduti, il Nissan Navara, l'Isuzu D Max e il Mitsubishi L200. Si tratta di una novità importante perché finora i pick up venivano esclusi dalle categorie sottoposte alle prove perché considerati come veicoli commerciali.

Il cambio di rotta - spiegano all'EuroNCAP - è stato imposto perché il mercato europeo è cresciuto molto negli ultimi anni, con incrementi del 7.25% nel 2007 rispetto all'anno precedente. Ma il punto è un altro: i costruttori da qualche tempo hanno preso l'abitudine di equipaggiare i loro pick up con dotazioni sempre meno "commerciali" (alcuni hanno persino il dvd di serie) con il risultato che i clienti che li acquistano finiscono per utilizzarli tutti i giorni anche per le gite con la famiglia. Con pesanti ripercussioni sul fronte della sicurezza. Basta vedere il loro enorme per rendersene conto.

E' questo il vero motivo che ha spinto EuroNCAP ad inaugurare il nuovo ciclo di crash test, come spiega il segretario generale Michiel Van Ratingen: "Siamo stati obbligati a farlo quando ci siamo accorti che questi mezzi non venivano più utilizzati per trasportare merci. Del resto i costruttori devono capire che effettueremo i crash test su qualsiasi veicolo abbia un impatto sulla sicurezza dei consumatori europei".

Alla prova del nove i dubbi dell'ente sono diventati certezze: tutti e tre i modelli hanno ottenuto valutazioni negative. Per la Isuzu D Max Rodeo solo una stella e mezza per la protezione passeggeri, due per la protezione bambini e una per quella dei pedoni. Ha fatto meglio il Mitsubishi L200 ottenendo nelle tre prove quattro, tre ed una stella mentre il Nissan Navara ne guadagna soltanto mezza per la protezione passeggeri, tre per quella dei bambini e due per pedoni. Gli effetti, però, si sono fatti sentire da subito: la stessa Nissan ha annunciato delle modifiche ai software che gestiscono l'airbag.

Autore: Redazione

Tag: Tecnica , crash test


Top