dalla Home

Mercato

pubblicato il 27 giugno 2017

Le auto a km 0 hanno conquistato gli italiani

Praticamente tutti ormai ne valutano l’acquisto. Tre le cose che si cercano in un’auto

Le auto a km 0 hanno conquistato gli italiani

Le auto a km 0 sono sempre più “famose”. Se fino a qualche anno fa erano viste con diffidenza, oggi sono considerate affascinanti da oltre 9 italiani su 10 (ovvero il 95% degli automobilisti è pronto a considerare l’acquisto). Le km 0 sono quelle auto che le concessionarie hanno già immatricolato (senza fargli fare km) e che quindi per il cliente sono in pronta consegna. Questo è un primo vantaggio, che soddisfa l’esigenza di chi necessita un’auto subito e poi c’è il risparmio, perché il prezzo in media è abbattuto del 20% o 30% rispetto al listino. Chi le sceglie però non deve avere particolari pretese riguardo a colori, allestimenti o optional, perché le km 0 sono auto già disponibili così come sono: con quello specifico motore, colore e carrozzeria… Si tratta di un compromesso, che però solitamente è facile da raggiungere visto che le auto immatricolate dal concessionario seguono le principali richieste di mercato e quindi si trovano le combinazioni più popolari.

Le 3 cose che gli italiani cercano in un’auto

Secondo l’indagine dell’Osservatorio Auto Findomestic 2017 quasi 4 persone su 10 (36%) intende acquistare la prossima auto a km 0. Il 21% si dichiara orientato all’acquisto di un’auto nuova, il 10% di un’auto usata e tre su 10 sono indecisi. Tra questi soprattutto le donne (37%). La prossima auto dovrà essere soprattutto sicura (63%), capace di assistere il conducente nella guida (44%) e connessa (24%); solo il 15% ricerca le prestazioni che sembrano aver perso un ruolo importante nella scelta dell’auto anche presso il target più giovane (18-34 anni) all’interno del quale solo il 18% le ritiene indispensabili.

Il futuro dell’auto secondo gli italiani

Dovendo immaginare come sarà il 2030, i consumatori italiani prevedono una rivoluzione per quanto riguarda la motorizzazione delle auto che popoleranno le nostre strade. L’ibrido sarà la prima forma di trazione per il 39% dei consumatori, seguito dall’elettrico (17%) e dalla benzina (11%). A subire un tracollo importante, ma questo lo abbiamo scritto più volte, sarà il motore diesel, destinato a sopravvivere solo per il 10% degli automobilisti.

Autore:

Tag: Mercato , statistiche


Top