dalla Home

Curiosità

pubblicato il 26 giugno 2017

Acciai Speciali Terni si converte all’elettrico

Tramite Arval ha sostituito tutti i mezzi aziendali con 50 Nissan a emissioni zero

Acciai Speciali Terni si converte all’elettrico
Galleria fotografica - Le Nissan elettriche di Acciai Speciali TerniGalleria fotografica - Le Nissan elettriche di Acciai Speciali Terni
  • Le Nissan elettriche di Acciai Speciali Terni - anteprima 1
  • Le Nissan elettriche di Acciai Speciali Terni - anteprima 2
  • Le Nissan elettriche di Acciai Speciali Terni - anteprima 3
  • Le Nissan elettriche di Acciai Speciali Terni - anteprima 4
  • Le Nissan elettriche di Acciai Speciali Terni - anteprima 5

L’acciaieria di Terni è una delle realtà industriali più conosciute nel nostro Paese, sicuramente nell’area centrale. E’ un impianto imponente (parliamo di 1,5 milioni di metri quadri) ed ora la rinnovata governance del polo siderurgico ha posto al centro della propria mission aziendale il tema del rispetto dell’ambiente. E’ così che la Acciai Speciali Terni ha sostituito tramite Arval tutti i mezzi della flotta aziendale con 50 Nissan 100% elettrici: 35 e-NV200 Van e 15 Leaf. “Siamo orgogliosi di poter contribuire, con i nostri veicoli elettrici, alla rivoluzione green promossa da un’azienda storica come Acciai Speciali Terni e siamo felici di constatare come un sempre maggior numero di realtà abbia scelto di impegnarsi in questa direzione. Siamo convinti che proprio grazie alla collaborazione tra aziende, costruttori e pubbliche amministrazioni si possa contribuire alla riduzione delle emissioni inquinanti e alla costruzione di un futuro sostenibile”, ha dichiarato l’Amministratore Delegato di Nissan Italia, Bruno Mattucci.

Oltre alla sostituzione del parco mezzi, i primi importanti progetti derivanti dalla nuova vision comprendono la riqualificazione della discarica dell’acciaieria, che diventerà un parco verde aperto alla città, e il bando internazionale per trovare una soluzione definitiva al riciclo della scoria derivante dalla produzione di acciaio inox. Entrambe le iniziative, in un’ottica di economia circolare, hanno anche l’obiettivo di avviare un nuovo mercato che crei posti di lavoro nel settore. Grazie a queste scelte ambiziose, Terni potrà diventare un polo d’eccellenza internazionale nello smaltimento delle scorie, un sito manifatturiero il più possibile vicino all’obiettivo “rifiuti zero”. Il progetto di riqualificazione dell’architetto Andreas Kipar trasformerà invece l’ex discarica di Villa Valle, situata a ridosso del tessuto urbano ma anche a pochi passi dalle Cascate delle Marmore, in un parco a disposizione dei cittadini.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , Nissan , auto elettrica


Top