dalla Home

Attualità

pubblicato il 26 giugno 2017

Nissan Leaf, sulla nuova arriva la guida assistita

Il sistema ProPilot 1.0 opera fino a 100 km/h e gestisce freni, sterzo e acceleratore all'interno di una corsia

Nissan Leaf, sulla nuova arriva la guida assistita
Galleria fotografica - Nuova Nissan Leaf, il renderingGalleria fotografica - Nuova Nissan Leaf, il rendering
  • Nuova Nissan Leaf, il rendering - anteprima 1
  • Nuova Nissan Leaf, il rendering - anteprima 2
  • Nuova Nissan Leaf, il rendering - anteprima 3
  • Nuova Nissan Leaf, il rendering - anteprima 4
  • Nuova Nissan Leaf, il rendering - anteprima 5
  • Nuova Nissan Leaf, il rendering - anteprima 6

Nissan mostrerà entro l'anno fiscale la nuova generazione della Leaf (noi l'abbiamo ricostruita così nel nostro rendering) berlina elettrica che abbiamo iniziato a scoprire partendo dal faro anteriore e di cui oggi conosciamo una novità succosa: fra le dotazioni previste ci sarà il sistema ProPilot 1.0, atteso in Europa anche sulla rinnovata Qashqai, che gestisce la dinamica dell’auto all’interno di una corsia autostradale e prevede funzionalità avanzate in fatto di guida assistita. La tecnologia è basata su una telecamera e un evoluto software, che riconosce gli altri veicoli e la segnaletica orizzontale. In questo modo la berlina mantiene il centro della corsia e la distanza dall’auto che la precede. ProPilot 1.0 rimane attivo fino alla velocità di 100 km/h ed entra in funzione premendo un tasto sul volante, raffigurato nel secondo teaser pubblicato dalla Nissan.

Il sistema controlla i freni, l’acceleratore e lo sterzo, che il guidatore deve impugnare se non per brevi momenti: le tecnologie a questo livello di sviluppo rappresentano un ausilio nei confronti dell’automobilista e non lo sostituiscono del tutto, anche se Nissan promette che aggiornerà il sistema per fargli gestire anche il cambio di corsia e gli incroci in città. In caso opposto, cioè se il guidatore stacca le mani dal volante, PriPilot 1.0 rimane attivo qualche istante e poi si disattiva dopo aver ripetutamente avvisato il guidatore. La seconda generazione della Nissan Leaf dovrebbe adottare una batteria dalla capacità maggiorata, da 40 a 60 kW contro i 30 kW della generazione odierna: l’autonomia crescerà quindi rispetto agli attuali 250 chilometri.

Scegli Versione

Autore: Redazione

Tag: Attualità , Nissan , auto europee , auto giapponesi , guida autonoma , teaser


Top