dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 26 giugno 2017

Dossier Bollo e Tasse

Certificato di Proprietà smarrito, cosa fare

I passi da compiere se si perde il documento fondamentale per l’auto

Certificato di Proprietà smarrito, cosa fare

È la "carta d'identità" dell'auto, il documento chiave della vettura, prezioso e insostituibile: stiamo parlando del Certificato di Proprietà del veicolo o CdP. Che ha beneficiato di una rivoluzione, essendo diventato da fine 2015 Certificato di Proprietà Digitale (CdPD). Ora viene rilasciato dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA), gestito dall'Automobile Club d'Italia (ACI) esclusivamente in modalità digitale sostituendo progressivamente, per le formalità richieste, il documento cartaceo. Infatti, la digitalizzazione è in linea con le disposizioni del Codice dell'Amministrazione Digitale e comporta, almeno in teoria, una serie di vantaggi per il cittadino: in particolare, il Certificato di Proprietà Digitale non può più essere smarrito o sottratto e, quindi, non dovrà più essere richiesto al PRA il duplicato con evidente risparmio di tempo e denaro. Già, ma chi ha ancora il Certificato di Proprietà cartaceo e lo perde, cosa deve fare? Lo vediamo in basso, con l'aiuto del'ACI.

CdP in tre mosse

#1. Obiettivo duplicato. In caso di furto, smarrimento o distruzione del Certificato di Proprietà cartaceo (CdP), dovete richiedere il rilascio del duplicato all'unità territoriale ACI-PRA. Dopodiché, vi verrà rilasciato il Certificato di Proprietà digitale. Attenzione: anche nel caso in cui il CdP cartaceo sia seriamente deteriorato, dovete comunque richiedere il rilascio del duplicato.

#2. Chi richiede. Il duplicato deve essere richiesto da voi (intestatari dell'auto) o da una persona che incaricate. Nel secondo caso, alla documentazione deve essere allegata la delega rilasciata da voi e la fotocopia del vostro documento d'identità.

#3. Quale documentazione. In genere, per avere il duplicato, al PRA presentate anzitutto la denuncia di furto, smarrimento o distruzione del Certificato di Proprietà cartaceo resa alle autorità di Polizia (ok anche la dichiarazione sostitutiva di resa denuncia). Unica eccezione: la denuncia non occorre se il Certificato di Proprietà cartaceo è completamente deteriorato. Se rovinato, presentate anche il CdP cartaceo. Serve inoltre il modello NP3C, in doppio originale, compilato e sottoscritto, in distribuzione gratuita presso ogni STA (Sportello Telematico dell'Automobilista) delle unità territoriali ACI e degli uffici provinciali della Motorizzazione. Infine, la fotocopia del vostro documento d'identità.

Quanto costa

Ma quali sono i costi dovuti per legge per il duplicato del CdP cartaceo? Ci sono gli emolumenti ACI di 13,5 euro, più (solo in caso di richiesta del duplicato per deterioramento) l'imposta di bollo di 48 euro. Se vi rivolgete a una delegazione ACI o a uno di studio di consulenza automobilistica (agenzia pratiche auto), oltre ai costi previsti per legge, c'è anche la tariffa del servizio di intermediazione. Che non è fissa.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , aci


Top