dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 20 giugno 2017

Skoda Element, la concept elettrica costruita dagli studenti

Ci sono volute 1.500 ore di lavoro per creare questa buggy a motore elettrico

Skoda Element, la concept elettrica costruita dagli studenti
Galleria fotografica - Skoda Element conceptGalleria fotografica - Skoda Element concept
  • Skoda Element concept - anteprima 1
  • Skoda Element concept - anteprima 2
  • Skoda Element concept - anteprima 3
  • Skoda Element concept - anteprima 4
  • Skoda Element concept - anteprima 5
  • Skoda Element concept - anteprima 6

Per tanti di noi, andare a scuola significava riempire pagine e pagine di traduzioni dal latino o dal greco o spremersi le meningi con estenuanti equazioni algebriche. Nella Skoda Vocational School, invece, uno dei compiti è progettare (e costruire) l'auto del futuro. In team, naturalmente, per imparare il lavoro di squadra. L'ultimo progetto, che ha coinvolto 22 studenti (tra i 17 e i 18 anni) si chiama Skoda Element ed è una concept di buggy da spiaggia, che sfrutta la base tecnica della Skoda Citigo.

Lavoro di squadra per 22 studenti

Senza tetto e porte e a soli due posti, la Skoda Element è mossa da un motore elettrico capace di 82 CV, nascosto sotto il cofano anteriore. Iniziato nell'autunno 2016, il progetto è partito dal computer. Poi, gli studenti – diciassette ragazzi e cinque ragazze – hanno cominciato a "sporcarsi le mani" con lamiere e saldatore, fino ad arrivare al risultato finale. Accettando, di buon grado, anche qualche suggerimento degli esperti di carrozzeria e meccanica "senior", che già lavorano in Skoda. La scuola professionale della Casa ceca (nel 2017 compie 90 anni) a Mlada Boleslav, contribuisce non solo a far sognare i ragazzi facendogli costruire la loro auto da sogno ma, anche, a creare competenze nei settori più tecnici, dove mancano molti addetti.

Tutto è iniziato con la CitiJet

La progettazione di concept da parte degli studenti della scuola tecnica Skoda è attiva già da un po': tutte è iniziato nel 2014 con la Skoda CitiJet, una Citigo biposto. L'anno seguente i ragazzi hanno sviluppato un pick-up su base Skoda Fabia chiamato FUNstar mentre nel 2016 hanno creato una Skoda Rapid Spaceback in versione Coupé denominata Atero. Nella squadra, fin dal progetto del pick-up, anche lo studente Petr Stanislav: nel luglio 2016, purtroppo, ha avuto un incidente in moto che lo ha costretto su una sedia a rotelle. Ma lui, anche grazie all'aiuto dei suoi compagni di team, non si è perso d'animo e ha dato il massimo per portare a termine il progetto della Skoda Element. Come a dire che, oltre all'amore per l'auto, nella scuola tecnica Skoda c'è spazio anche per insegnare ben altri valori.

Autore: Andrea Rapelli

Tag: Prototipi e Concept , Skoda , auto elettrica , auto europee


Top