dalla Home

Test

pubblicato il 20 giugno 2017

Renault Koleos, il SUV tutto comfort [VIDEO]


Il progetto, completamente nuovo, punta sulla comodità e sulla sicurezza

Galleria fotografica - Renault KoleosGalleria fotografica - Renault Koleos
  • Renault Koleos - anteprima 1
  • Renault Koleos - anteprima 2
  • Renault Koleos - anteprima 3
  • Renault Koleos - anteprima 4
  • Renault Koleos - anteprima 5
  • Renault Koleos - anteprima 6

Nel 2008 è stato il primo SUV della Renault. Dopo 9 anni - e con la gamma sport utility che nel frattempo si è allargata anche a Captur e Kadjar - il Koleos viene rinnovato da cima a fondo. In comune col vecchio modello c’è solo il nome, visto che tutto è stato riprogettato da zero, oltre al segmento di appartenenza e le rivali con le quali deve competere: Nissan X-Trail, Peugeot 5008 e Skoda Kodiaq principalmente. L’ho guidato nel test in anteprima internazionale a Helsinki. Ecco come mi è sembrato.

Com’è

La linea innanzitutto. Non è un mistero che il primo Koleos non sia piaciuto tantissimo, per via di principalmente di proporzioni particolari, con il lunotto molto inclinato che non riusciva a renderlo sportivo come un “SUV-Coupé”, ma riusciva, questo sì, a limitarne la capacità di carico. Il nuovo modello è tutta un’altra storia: in Renault hanno deciso di non rischiare, riproponendo le idee già viste sul resto della gamma, in questo caso la Kadjar con tocchi di Megane e Talisman. Nel dettaglio, nel frontale spiccano, al centro, il marchio bello grande e le due virgole di led che, da sotto i fari anteriori, sconfinano nel paraurti. Tipicamente Renault è anche la vista posteriore, con i gruppi ottici che si allungano al centro. Dicevo poco sopra del lunotto: la capacità di carico è di 542 litri in configurazione 5 posti; 1.690 abbattendo i sedili posteriori. La Skoda Kodiaq offre molto di più - da 720 a oltre 2.050 litri - pur essendo solo 3 centimetri più lunga. In Renault, stando almeno a quanto dicono i suoi ingegneri, recuperano però sui sedili posteriori, dato che sulla Koleos ci sarebbe più spazio per le ginocchia che su qualsiasi altra sport utility di questo segmento: persino arretrando del tutto i sedili anteriori, rimangono ben 21 cm di distanza fra seduta e schienali anteriori. Peccato solo che non sia possibile avere divano scorrevole, che avrebbe permesso di giocare con lo spazio in base alle necessità.

Come va


Su strada, è evidente come la Koleos sia stata messa a punto soprattutto per il comfort. Le sospensioni assorbono davvero di tutto senza mai generare scossoni e l’insonorizzazione è più che buona. Comoda sì ma non noiosa: tra le curve è infatti più agile di quello che si possa pensare. Ovviamente, i cm in più di altezza da terra rispetto per esempio alla Talisman si fanno sentire, soprattutto nei cambi di direzione, ma nel complesso il comportamento è più che soddisfacente, per essere un SUV. Quanto al motore, quello che ho guidato è il 1.600 turbodiesel da 130 CV, che ha potenza e coppia in abbondanza per quello che si richiede a un’auto tutta casa e famiglia come questa. Peccato che non sia disponibile con il cambio automatico X-Tronic, che avrebbe permesso di guidare nel relax, ma se serve sa anche essere molto rapido. A differenza di alcune rivali (per esempio la Peugeot 5008), la Koleos si può avere anche 4x4 con tanto di modalità Lock per bloccare la ripartizione fra avantreno e retrotreno. Renault dichiara anche gli angoli di attacco e di uscita pari a 19° e 28°, mentre l’altezza da terra è di 21 cm. A bordo, l’accoglienza varia in base agli allestimenti: di base è previsto lo schermo - touch e a colori - orizzontale da 7 pollici al di sotto del quale ci sono tre rotelle per navigare tra le funzioni principali. Sul top di gamma come quello che ho provato c’è invece una rotella in meno visto che il display non solo è più grande - da 8,7 pollici - ma anche verticale, diventando così il vero protagonista dell’abitacolo.

Curiosità

Avete presente le schermate principali del vostro smartphone? Le icone che, se le tenete premute, potete spostarle e organizzarle come preferite? Ecco, il bello del sistema di infotainment della Koleos è che anche con la variante meno costosa potete personalizzare la schermata principale esattamente allo stesso modo. A proposito di infotainment: sono disponibili Android Auto ed Apple Car Play.

Quanto costa

I prezzi partono dai 31.100 euro della 1.6 dCi 130 CV con cambio manuale e trazione anteriore in allestimento Zen. Il top di gamma invece è la 4x4 2.0 175 CV con cambio CVT Initiale Paris; purtroppo, come già scritto, non si può avere il 1.600 con cambio automatico. L’allestimento intermedio Intens costa invece 33.200 euro con motore da 130 CV, 36.800 con il più potente 2.000; 39.100 euro è invece il prezzo con la trazione integrale.

La scheda

Renault Koleos dCi 130
Motore: 1.6 turbodiesel 4 cilindri
Potenza: 130 CV
Consumo medio dichiarato (NEDC): 4,8 l/100 km

CO2 dichiarata (NEDC): 128 g/km

Scheda Versione

Renault Koleos
Nome
Koleos
Anno
2017
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Renault , auto europee


Top