dalla Home

Attualità

pubblicato il 15 giugno 2017

Autostrada Pedemontana, arriva l'app per pagare i pedaggi

Fra Monza, Como e Varese i viaggi si pagano anche con lo smartphone

Autostrada Pedemontana, arriva l'app per pagare i pedaggi
Galleria fotografica - Autostrada Pedemontana LombardaGalleria fotografica - Autostrada Pedemontana Lombarda
  • Autostrada Pedemontana Lombarda - anteprima 1
  • Autostrada Pedemontana Lombarda - anteprima 2
  • Autostrada Pedemontana Lombarda - anteprima 3
  • Autostrada Pedemontana Lombarda - anteprima 4
  • Autostrada Pedemontana Lombarda - anteprima 5
  • Autostrada Pedemontana Lombarda - anteprima 6

Viaggi sulla Autostrada Pedemontana Lombarda? Ora puoi pagare i pedaggi anche con un'app che si chiama "Pedemontana Lombarda". Prima usi l'autostrada che non ha i caselli, ossia in "free flow" (flusso libero, senza passare attraverso barriere) e poi entro 15 giorni dal transito versi il dovuto tramite smartphone, grazie all'applicazione gratuita scaricabile da Google Play e App Store. Questa consente in ogni momento di saldare un sollecito di pagamento e di ricaricare il proprio borsellino elettronico. Ovviamente, occorre prima inserire pochi dati essenziali, così che a ogni accesso l'app riconosca in automatico il profilo dell'utente e le targhe dei veicoli associate. Il pagamento può essere fatto tramite carta di credito o una prepagata. Chi invece ha noleggiato un'auto e viaggia sulla Pedemontana può selezionare l'intervallo di tempo per saldare esclusivamente i transiti relativi al periodo di locazione. Questo vale per Autostrada Pedemontana Lombarda, così come per l'A36 (fino allo svincolo di Lomazzo) e le Tangenziali di Como (A59) e di Varese (A60).

Primo metodo di pagamento: Telepass

Ma come funziona il sistema free flow di questa autostrada nata per velocizzare gli spostamenti a nord di Milano? È dotato di apposite strutture di sostegno (dette portali) che coprono l'intera carreggiata sulle quali sono installate apparecchiature tecnologiche: queste fotografano e rilevano le targhe di tutti i veicoli in transito. I dati vengono poi trasmessi al sistema centrale per la successiva individuazione del proprietario e del costo del pedaggio. Il rilevamento del costo del pedaggio avverrà in due modi alternativi. Il primo è il rilevamento dell'apparato di bordo (tipo Telepass) se presente all'interno della vettura al passaggio sotto i portali: l'addebito avverrà conformemente al contratto stipulato con il provider dell'apparato di bordo.

Secondo metodo di pagamento: Conto Targa e altri

Il secondo metodo (se il veicolo non dispone di un apparato di bordo) sfrutta le telecamere poste sul portale: individuano la targa, il tragitto effettuato, la tipologia e la classe del veicolo. Con tali elementi il sistema quantificherà il pedaggio. A questo punto, il pagamento può essere effettuato, a scelta del cliente, secondo diverse modalità. La più importante è il Conto Targa: un sistema di pagamento personale, associato alla targa del proprio veicolo, che consente di pagare i pedaggi relativi ai transiti effettuati sulla Pedemontana, scegliendo di domiciliarne il pagamento su una carta di credito o su un conto corrente bancario. In più, ci sono altre soluzioni di pagamento che trovate qui. Per esempio, quello occasionale (per chi transita di rado), il pagamento rapido, il call center, la "Ricaricabile Pedemontana", nei punti di assistenza. E ora, appunto, l'app.

Qualche polemica in passato

Al di là della novità (l'app) e del sistema moderno di pagamento (free flow), come accaduto per tutte le opere nate in occasione dell'Expo Milano 2015, anche la Pedemontana ha suscitato qualche polemica. Questo sistema viabilistico non è ancora completato (vedi qui il progetto), e che include 157 km, di cui 67 km di autostrada, 20 km di tangenziali e 70 km di viabilità locale, e ha raccolto sia adesioni sia critiche. Perché si inserisce in un territorio con elevata densità abitativa, in presenza di vincoli ambientali e valori paesaggistici. Comunque, dice l'Autostrada Pedemontana, mitigazioni ambientali sono costituite dai diversi interventi e soluzioni tecniche, prevalentemente connessi al tracciato autostradale e di scala locale, utili a "limitare" l'impatto visuale e acustico dell'opera sul territorio.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , app , autostrade


Top