dalla Home

Motorsport

pubblicato il 22 febbraio 2008

C2-R2 Max

Una nuova piccola Citroen per gli sterrati

C2-R2 Max
Galleria fotografica - Citroen C2 R2 MAxGalleria fotografica - Citroen C2 R2 MAx
  • Citroen C2 R2 MAx - anteprima 1
  • Citroen C2 R2 MAx - anteprima 2
  • Citroen C2 R2 MAx - anteprima 3
  • Citroen C2 R2 MAx - anteprima 4
  • Citroen C2 R2 MAx - anteprima 5
  • Citroen C2 R2 MAx - anteprima 6

Sulla scia dei successi di Sebastien Loeb nel Mondiale Rally con la C4, Citroen ha deciso di rinnovare la sua più piccola "arma da rally": la C2, l'auto con la quale si formeranno i Loeb del domani. Il 1° Marzo sarà infatti omologata dalla FIA la C2-R2 Max, una variante da rally della già nota C2-R2 che prende parte al FIA Junior World Rally Championship nella omonima classe di omologazione FIA.

Ottenuta la fiche di omologazione, la C2-R2 Max si collocherà a metà strada fra questa e la C2 Super 1600 che ha vinto il Campionato Europeo Rally 2007 con Simon Jean-Joseph, offrendo ai team una versione da Gruppo R2 dal costo contenuto. "Sentivamo che era necessario espandere la gamma delle nostre auto da competizione, perché abbiamo notato un gap fra le nostre due auto da rally più vendute: la C2 Super 1600 e la C2-R2. Questa nuova auto "intermedia" può essere schierata con un budget limitato, ma ha anche performance superiori alla C2-R2", spiega il direttore del reparto clienti di Citroen Sport Jean-François Liénéré.

Dall'esterno la "piccola" francese sembra uguale alla versione standard, ma oltre a carreggiate più larghe (davanti e dietro) le modifiche sono state apportate principalmente al motore da 1.599 cc di serie, che nell'ultima evoluzione di Citroen è capace di raggiungere 190 CV a 7750 giri. Inoltre la specialistica C2 vanta uno scarico speciale, nuovo sistema di alimentazione, valvole ultraleggere, pistoni da competizione e volano alleggerito che consentono un regime massimo di 8400 giri. Il cambio è invece uno a 5 rapporti sequenziali, mentre il differenziale è uno ZF autobloccante.
Il tutto in un peso, quello limite consentito da regolamento tecnico FIA, di 1.030 kg, ripartiti fra anteriore e posteriore con un rapporto 63/37%.

La frenata di questa piccola bomba da rally è affidata ad un impianto Brembo con pinze flottanti a quattro pistoncini che lavorano su dischi anteriori da 302 mm in configurazione da asfalto e 283 mm in configurazione sterrato, mentre al posteriore la pinza a due pistoncini è chiamata a "mordere" dischi da 280 mm. Al reparto sospensioni troviamo uno schema McPherson all'anteriore e un ponte rigido dietro, su cui agiscono sospensioni ovviamente regolabili in compressione, estensione e ritorno.

La C2-R2 Max può essere acquistata in kit comprensivo di tutto quello di cui c'è bisogno per gareggiare ad un prezzo di circa 33.000 Euro, oppure Citroen Sport la può costruire da zero sborsando una somma intorno ai 60.000 Euro.

Autore:

Tag: Motorsport , Citroen , rally


Top