dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 9 giugno 2017

BMW M8, torna il mito degli anni '90

Dopo le vicissitudini della prima generazione, arriva finalmente la versione più sportiva della Serie 8

BMW M8, torna il mito degli anni '90
Galleria fotografica - BMW M8, il renderingGalleria fotografica - BMW M8, il rendering
  • BMW M8, il rendering - anteprima 1
  • BMW M8, il rendering - anteprima 2
  • BMW M8, il rendering - anteprima 3
  • BMW M8, il rendering - anteprima 4
  • BMW M8, il rendering - anteprima 5
  • BMW M8, il rendering - anteprima 6

A inizio anni '90 solo poche sportive avevano un motore V12 da oltre 550 CV. Ancora meno erano quelle che sfidavano apertamente le Ferrari, spostando la contesa sul terreno più gradito al Cavallino, dove contano solo prestazioni e divertimento alla guida. Una di queste vetture era la BMW M8, coupé da 558 CV che in realtà non sarebbe mai arrivata nei concessionari, per colpa di alcuni ripensamenti a cui l'azienda bavarese si piegò dopo aver realizzato un solo esemplare sperimentale dell'auto. La M8 è considerata quindi una sorta di oggetto misterioso, e in quanto tale alimenta grosse discussioni fra gli appassionati. L'argomento tornerà d'attualità nel 2018, quando la nuova generazione della Serie 8 verrà preparata dal reparto Motorsport ed entrerà finalmente in vendita.

I dettagli non mentono

La sportiva tedesca avrà una carrozzeria molto simile alla nostra ricostruzione grafica, che abbiamo completato ispirandoci al prototipo Serie 8 Concept e alla proposta di stile mostrata nel corso dell'ultima 24 Ore del Nurburgring. La M8 sarà l'ammiraglia del reparto sportivo Motorsport e avrà quindi una carrozzeria molto appariscente, per effetto delle nuove appendici aerodinamiche e degli sfoghi dell'aria maggiorati: i paraurti ad esempio saranno più generosi e ribassati, la calandra a doppio rene avrà una finitura più accattivante e le aperture dietro le ruote anteriori serviranno per raffreddare l'impianto frenante. L'allestimento M includerà anche ruote da 19 o 20 pollici, nuove bandelle sottoporta e l'impianto di scarico con quattro terminali, oltre all'assetto ribassato e ad un piccolo alettoncino posteriore.

V8 e trazione integrale

La BMW M8 dovrebbe riprendere il motore e la meccanica della nuova M5, quindi possiamo aspettarci il V8 biturbo da oltre 600 CV e il cambio automatico a 8 marce. Se l'indiscrezione fosse corretta (al momento BMW non ha fornito dettagli precisi) la coupé tedesca potrebbe adottare il nuovo sistema di trazione integrale M xDrive, che permette al guidatore di scegliere fra le quattro ruote motrici o la trazione posteriore secondo cinque modalità di funzionamento: dalla più “abbottonata” a quella che disattiva pure il controllo di stabilità. I tecnici del reparto Motorsport dovranno poi lavorare sulle tarature delle sospensioni e sulla ripartizioni dei pesi, visto che la M8 ha l'obbligo di rivelarsi maneggevole e divertente pur avendo una lunghezza nell'ordine dei 5,00 metri.

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , Bmw , auto europee , rendering


Top