dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 22 febbraio 2008

BMW Vision EfficientDynamics Concept

A Ginevra l’X5 ibrida

BMW Vision EfficientDynamics Concept
Galleria fotografica - BMW Vision EfficientDynamics ConceptGalleria fotografica - BMW Vision EfficientDynamics Concept
  • BMW Vision EfficientDynamics Concept - anteprima 1
  • BMW Vision EfficientDynamics Concept - anteprima 2
  • BMW Vision EfficientDynamics Concept - anteprima 3

La BMW porterà al Salone di Ginevra un'interessante concept che avrà lo scopo di mostrare al pubblico il percorso che il costruttore tedesco sta intraprendendo nella lotta alle emissioni inquinanti. Si chiama, in un modo un po' asettico e scarsamente rivelatore delle sue caratteristiche, BMW Vision EfficientDynamics Concept: in realtà, meramente, si tratta di una BMW X5 con un sistema di propulsione ibrido che, secondo la Casa di Monaco, dichiara un valore di emissione molto contenuto oltre a consumi molto ridotti.

La tecnologia utilizzata per rendere questo veicolo "amico" dell'ambiente si basa su un motore Turbodiesel 2 litri con due turbocompressori, un propulsore elettrico, un sistema di pannelli solari e un nuovo cambio automatico a otto marce.

Cercando di massimizzare l'efficienza, BMW dichiara che questa particolarissima versione della BMW X5 diventa la più virtuosa dell'intero mercato per quanto riguarda i veicoli Suv 4x4: registra un consumo medio di gasolio pari a 5,4 litri per 100 chilometri e vanta un valore di emissione di sostanza inquinante pari a soli 172 g/km. Naturalmente, afferma BMW, queste caratteristiche non implicano che la grande X5 ibrida debba misurarsi col pesante compromesso di un insoddisfacente scenario prestazionale: grazie a una potenza specifica di oltre 100 Cv/litro erogati dal motore biturbo, BMW Vision EfficientDynamics Concept non sacrifica le prestazioni: è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 8,9 secondi.

MOTORE
Il propulsore della vettura sfrutta la tecnologia del doppio turbocompressore a geometria variabile, iniezione diretta Common-rail di terza generazione e largo utilizzo di alluminio per realizzare una struttura molto leggera e performante: fornisce 204 Cv e un valore di coppia massima di 400 Nm tra 2.000 e 2.250 giri. Il motore a combustione interna è integrato dall'unità elettrica (equipaggiata con batterie al litio montate posteriormente sotto il baule) in grado di apportare ulteriori 20 Cv e 210 Nm aggiuntivi. Il generatore di elettricità, molto compatto, è montato tra il motore a scoppio e il cambio e sfrutta, per aumentare l'apporto di carica elettrica, anche il cosiddetto Brake Energy Regeneration system, ovvero la forza attiva proveniente dall'utilizzo dell'energia che l'auto è in grado di sviluppare in frenata. Le batterie al litio, inoltre, forniscono energia per il controllo del climatizzatore, del servosterzo e della pompa del sistema di raffreddamento dell'unità motrice a gasolio.

Ulteriori particolari di grande importanza sono i pannelli fotovoltaici sistemati sul cielo della vettura (1 metro quadro di superficie complessiva), utilizzati per la carica delle batterie e un nuovo cambio automatico a 8 marce sviluppato da BMW in collaborazione con ZF, leader nel settore delle trasmissioni. La trasmissione si avvale di cambi molto rapidi e grazie alla vasta disponibilità di rapporti, dispone sempre del rapporto più corretto per condizioni di guida ottimali.

Galleria fotografica - Nuova BMW X5Galleria fotografica - Nuova BMW X5
  • La nuova BMW X5 - anteprima 1
  • La nuova BMW X5 - anteprima 2
  • La nuova BMW X5 - anteprima 3
  • La nuova BMW X5 - anteprima 4
  • La nuova BMW X5 - anteprima 5
  • La nuova BMW X5 - anteprima 6

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Prototipi e Concept , Bmw , mobilità sostenibile , inquinamento , auto ibride


Top