dalla Home

Motorsport

pubblicato il 22 febbraio 2008

Lola-Aston Martin scalda i motori

L’arma per la Classe GT1 ha iniziato i test

Lola-Aston Martin scalda i motori
Galleria fotografica - Lola-Aston MartinGalleria fotografica - Lola-Aston Martin
  • Lola-Aston Martin - anteprima 1
  • Lola-Aston Martin - anteprima 2
  • Lola-Aston Martin - anteprima 3

All'inizio della settimana l'Automobile Club de Ouest (ACO), organizzatore della 24 Ore di Le Mans, ha fornito un elenco dei partecipanti per l'edizione 2008 della classica francese. Tra essi anche due vetture iscritte dalla scuderia Charouz Racing. Si tratta di due Lola B08/60, una equipaggiata con un motore Judd e la seconda fornita di un propulsore 12 cilindri Aston Martin, preso a prestito dalla DBR9 da corsa.

Con questa mossa, Aston Martin completa il suo programma sportivo rendendosi presente in tutte le principali categorie mondiali: alle varie versioni dell'Aston Martin DB9 e della V8 Vantage schierate nel raggruppamento GT2, GT3 e GT4 si aggiunge anche la presenza in classe GT1, alimentando lo scontro diretto con l'invincibile Audi R10 V12 TDI e con l'estremamente competitiva Peugeot 908 HDI FAP. Alla 24 Ore di Le Mans, Aston Martin ha regalato, in un lontano passato, grandiose soddisfazioni, culminate con la vittoria assoluta nel 1959 grazie a una straordinaria barchetta: la DBR1.

La Charouz Lola B08/60 LMP1 Coupé ha mosso sabato scorso i primi passi sull'impianto di prova della Prodrive a Warwick in Inghilterra, alla presenza del patron del team Jan Charouz. Lo scopo è stato quello di una prima verifica generale di funzionamento di tutti i sistemi della vettura. Successivamente, martedì, la nuova pretendente alla vittoria assoluta nella più prestigiosa competizione del mondo e nella classe LMP1 ha effettuato ulteriori test e secondo le prime impressioni, sembra essere molto competitiva.


[Via Motivemag.com]

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Motorsport , Aston Martin


Top