dalla Home

Eventi

pubblicato il 21 febbraio 2008

Ferrari Magic India Discovery

La nuova avventura comincia il 25 febbraio; fra gli sponsor c'è anche la Tata Motors

Ferrari Magic India Discovery
Galleria fotografica - Ferrari Magic India DiscoveryGalleria fotografica - Ferrari Magic India Discovery
  • Ferrari Magic India Discovery	   - anteprima 1
  • Ferrari Magic India Discovery	   - anteprima 2
  • Ferrari Magic India Discovery	   - anteprima 3

Dopo la Cina e le Americhe, Ferrari è pronta ad una nuova avventura alla volta del subcontinente indiano. E' il Magic India Discovery che prenderà il via il prossimo 25 febbraio e che vedrà protagoniste due 612 Scaglietti. L'ammiraglia della Casa di Maranello, guidata a turno da 50 giornalisti provenienti da tutto il mondo, dovrà percorrere qualcosa come 11 mila chilometri nell'arco di 72 giorni e 12 tappe.
L'obiettivo è quello di raccontare le bellezze di questo paese affascinante capace di coniugare modernità e tradizione, nel quale un formidabile dinamismo economico e una crescita esponenziale delle attività nei campi tecnologicamente più avanzati convivono con le radicate tradizioni di culture millenarie e dove innovative infrastrutture si alternano a territori incontaminati.

Quest'avventura consacra inoltre il legame esistente fra il Fiat Auto e la Tata Motors che figura fra i main sponsor del Magic India Discovery. Ricordiamo infatti che il colosso indiano e il Gruppo Torinese hanno creato e stanno sviluppando una joint venture per la produzioni dei motori, delle trasmissioni e per la distribuzione di autovetture Fiat in India.

Ma torniamo al viaggio. La partenza avverrà da Mumbai e vedrà da subito le 612 Scaglietti dirette verso sud, lungo un'autostrada ad 8 corsie che rappresenta il fiore all'occhiello delle infrastrutture indiane. La prima tappa terminerà a Goa, località turistica un tempo sotto la dominazione portoghese. Il tour proseguirà verso sud sostando a Mysore prima di raggiungere Trivandrum, punta meridionale della penisola indiana, e risalire poi verso nord con tappa a Bangalore, capitale dell'innovazione tecnologica in India. Hyderabad e Ramosi, sede di alcuni set cinematografici di Bollywood, faranno da cornice alla tappa che si concluderà a Vizak, lungo la costa del Golfo del Bengala. Il percorso continuerà lungo la costa orientale fino a raggiungere Kolkata (Calcutta), un tempo sede della famosa Compagnia delle Indie Orientali (British East India Company).
Da questo punto avrà inizio la risalita del fiume Gange, passando da Varanasi, città sacra per la religione Indù, e da Khajuraho, nota per gli splendidi templi induisti e giainisti per i quali è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'UNESCO. Da qui, le 612 Scaglietti ripartiranno con destinazione Lucknow, soprannominata "la città d'oro". La tappa successiva porterà le Ferrari a Chandigarh attraverso il Parco Nazionale e il Santuario delle Tigri intitolato al famoso cacciatore delle "mangiatrici di uomini" Jim Corbett.
Il tragitto proseguirà poi verso Nuova Delhi, puntando a nord verso Dharamsala, residenza del Dalai Lama in esilio, e Amritsar, centro della religione Sick. La tappa successiva, dalla capitale indiana alla città di Jaipur, attraverserà Agra dove l'Imperatore Moglu Shah Jahan edificò nel 1632 lo splendido Taj Mahal, monumento funebre in memoria della moglie, una delle meraviglie del mondo.
Le ultime due tappe, fino al ritorno a Mumbai, passeranno per tutte le località più conosciute del Rajastan, dove sorgono i sontuosi palazzi appartenuti ai Maraja, facendo tappa a Jodhpur, ultima sosta prima del rientro nella capitale dell'industria indiana.

L'assistenza e gli eventuali ricambi saranno garantiti da otto veicoli di supporto: cinque vetture Tata, due Fiat e una Iveco appositamente attrezzati.

Autore: Redazione

Tag: Eventi , Ferrari


Top