dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 25 maggio 2017

Macchie ferrose sull'auto, 3 mosse per il fai-da-te

Ci sono polveri in città che rovinano la carrozzeria senza che ce ne accorgiamo, ecco qualche rimedio utile

Macchie ferrose sull'auto, 3 mosse per il fai-da-te

L’ideale per la carrozzeria dell’auto sarebbe mettere la nostra adorata vettura in una "campana di vetro", ma la realtà è purtroppo ben più amara: la macchina è attaccata da molti agenti inquinanti, come le polveri sottili, tanto più se si circola nelle metropoli durante l’ora di punta. A peggiorare il tutto le stazioni ferroviarie, i tram, le metropolitane: polvere ferrosa di cui nemmeno ci si accorge. Così, le lamiere vengono sottoposte a ogni genere di stress, non ultimo il ferro, che si manifesta con fastidiosi minuscoli puntini rossi. Ecco perché può essere utile qualche accorgimento per eliminare le antiestetiche macchie ferrose dalla carrozzeria dell’auto, eseguendo l’operazione prima da soli, per poi portare la vettura in un autolavaggio.

Tre mosse per il fai-da-te

#1. Il primo passo. Ovviamente, ci riferiamo a uno strato sottile di residui ferrosi sulla carrozzeria, un nemico che un cittadino può combattere da sé. Il primo passo è una pulizia a secca, con una sostanza specifica. Esistono prodotti da comprare al supermercato, che vengono utilizzati per la casa: rimuovono il calcare. E pertanto sono utili anche contro le macchie ferrose delle lamiere delle vetture.

#2. Come si agisce. Su una spugna umida, mettete una piccola quantità di prodotto (è in un flacone di circa mezzo litro), passate il panno sulla carrozzeria, lascia agire per due minuti. Risciacquate abbondantemente con acqua, aiutandovi con una seconda spugna, pulita. In alternativa, c’è un altro prodotto specifico: una sorta di spugnetta con il detergente. strofinando con movimenti piccoli e molto veloci, volendo prima in senso verticale e poi orizzontale per accelerare la cancellazione delle macchie più ostinate. Contro la ruggine più profonda, c’è poi il polish.

#3. Autolavaggio. A questo punto, dopo la prima fase (avete dato la caccia alle macchie), portate la vettura in un autolavaggio, perché i rulli facciano il resto, con la dovuta energia. In alternativa, ok il lavaggio fai-da-te, con le lance da cui esce prima uno “shampoo” specifico per le vetture, e popi acqua in abbondanza.

Duplice obiettivo

Al di là di una ragione puramente estetica, l’eliminazione delle macchie ferrose consente pure di prevenire il peggioramento del guaio: quei puntini rossi potrebbero ingrandirsi e “sollecitare” l’apertura di altri puntini sulla carrozzeria. Ma se la ruggine è troppo profonda, non è il caso di fare da sé: meglio affidarsi a un carrozziere esperto, per evitare di peggiorare il guaio. Potrebbe essere necessaria una lucidatura vera e propria, o un riverniciatura.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , manutenzione


Top