dalla Home

Test

pubblicato il 24 maggio 2017

Dossier Roma-Forlì

BMW i8, la prova dei consumi reali

Nessuna supercar altrettanto veloce usa così poca benzina. Prezzo e praticità fanno sorridere un po' meno

BMW i8, la prova dei consumi reali
Galleria fotografica - BMW i8Galleria fotografica - BMW i8
  • BMW i8 - anteprima 1
  • BMW i8 - anteprima 2
  • BMW i8 - anteprima 3
  • BMW i8 - anteprima 4
  • BMW i8 - anteprima 5
  • BMW i8 - anteprima 6

Credeteci o no, ma la BMW i8 è davvero un'auto molto affascinante per design, tecnologia e prestazioni, compresi i consumi che sono così bassi da superare ogni altra supercar con almeno 362 CV. Chi cerca la sportiva giusta per fare un "tempone" in pista è forse meglio che guardi altrove, così come chi vuole il massimo del comfort da una GT 2+2. Con la BMW i8 Protonic Red Edition che ho guidato per la mia prova consumi Roma-Forlì mi sono trovato di fronte a un bellissimo e costoso "giocattolo" che fa della motorizzazione ibrida plug-in un punto di forza unico al mondo, paragonabile per prestazioni alla sola Porsche Panamera 4 E-Hybrid e capace di dare una speciale sportività alla coupé di Monaco. La grinta della i8 si manifesta soprattutto in accelerazione e ripresa quando i due motori - benzina da 231 CV posteriore ed elettrico anteriore da 131 CV - spingono veementi in avanti accompagnati da un piacevole rombo in stile BMW 6 cilindri. Il tutto è però accompagnato da un'efficienza difficile da eguagliare a parità di prestazioni, visto che nella prova dei Consumi Reali la i8 si è accontentata di consumare 4,6 l/100 km, percorrendo cioè 21,74 km/l e posizionandosi nella classifica consumi allo stesso livello della berlina ibrida alla spina BMW 330e e della diesel MINI Cooper D ALL4 Countryman. A puro titolo di confronto la Porsche 718 Cayman ha registrato un consumo di 6,70 l/100 km sullo stesso percorso. In uscita da Roma con batteria piena ho utilizzato il solo motore elettrico in modalità eDrive percorrendo 33 km e consumando in media 15,2 kWh/100 km (6,5 km /kWh); in questo modo la spesa per la corrente elettrica è stata di 1,30 euro (5,2 kWh di capacità batteria x 0,25 euro/kWh) che si aggiunge ai 23,50 della benzina per portare il totale del viaggio a quota 24,80 euro.

Questa BMW i8 ha molte frecce al suo arco plug-in per ridurre i consumi, a partire dal peso contenuto in 1.485 kg grazie alla costruzione in fibra di carbonio e alluminio, passando per il baricentro molto basso e arrivando alla presenza del motore elettrico che a velocità ridotte, nelle ripartenze e nei sorpassi aiuta a bruciare meno benzina. Essendo una sportiva elettrificata e ricaricabile mi sono concentrato sui consumi sia in modalità puramente elettrica che in quella ibrida a batteria quasi scarica. Nell'utilizzo misto quotidiano su percorsi urbani ed extraurbani la i8 è riuscita a muoversi a zero emissioni consumando in media 17 kWh/100 km (5,9 km/kWh) e riuscendo a fare poco meno di 30 km con un pieno elettrico; lo stesso utilizzo a batteria scarica e quindi prevalentemente a benzina mi ha permesso di consumare 6,4 l/100 km, ovvero 15,6 km/l. Più impegnativa è stata come al solito la prova nel traffico di Roma, situazione in cui la BMW i8 è riuscita comunque a ottenere risultati interessanti per una supercar: 20 kWh/100 km (5 km/kWh) equivalenti a quasi 25 km con una carica elettrica e 9,4 l/100 km (10,6 km/l) viaggiando quasi solo a benzina. La classica prova da economy run a velocità costante e ridotta mi ha permesso di coprire 35 km con il pieno elettrico consumando 14,1 kWh/100 km (7,1 km/kWh) e di registrare 3,0 l/100 km (33,3 km/l) a batterie scariche. In autostrada i consumi di benzina si attestano su un più che accettabile dato di 6,8 l/100 km (14,7 km/l) e quasi 30 kWh/100 km (3,3 km/kWh) per poco più di 15 km di autonomia elettrica. Peccato che la ricarica delle batterie richieda quasi tre ore dalla presa domestica e quasi due ore dalle colonnine pubbliche (caricatore da 3,7 kW max). Il resto della i8, anche nella speciale e appariscente edizione in rosso Protonic Red, è un trionfo di fibra di carbonio, finiture impeccabili, look fantascientifico, silenziosità e fluidità di marcia, oltre al "lato oscuro" di un'accessibilità sempre problematica e un prezzo finale che sull'esemplare in prova supera di poco i 163.000 euro.

Dati

Vettura: BMW i8 Protonic Red Edition
Listino base: 150.950 euro
Data prova: 19/05/2017
Meteo: Sereno, 26°
Prezzo carburante: 1,419 euro/l (Benzina)
Km del test: 1.039
Km totali all'inizio del test: 5.626
Velocità media nel tratto Roma-Forlì: 78 km/h
Pneumatici: Bridgestone Potenza S001 RFT - 215/45 R20 95W ant. 245/40 R20 99W post. (Etichetta UE: E, A, 72 dB)

Consumi

Media "reale": 4,60 l/100 km (21,74 km/l)
Computer di bordo: 4,5 l/100 km
Alla pompa: 4,7 l/100 km
Scopri le modalità e i criteri della prova di consumo

Conti in tasca

Spesa "reale": 24,80 euro
Spesa mensile: 52,22 euro (800 km al mese)
Quanto fa con 20 euro: 306 km
Quanto fa con un pieno: 913 km
Scopri le modalità e i criteri della prova di consumo

La prova Roma-Forlì ha anche la sua classifica aggiornata dei consumi. Datele un'occhiata e troverete molte sorprese.

Scheda Versione

Bmw i8 coupé
Nome
i8 coupé
Anno
2014
Tipo
Premium
Segmento
sportive
Carrozzeria
coupé
Porte
2 porte
Motore
plugin
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Bmw , auto europee , auto ibride , carburanti


Listino Bmw i8

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo

 

Top