dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 23 maggio 2017

Dossier Auto e Salute

L’obesità aumenta del 78% il rischio di morte in un incidente

In maggior pericolo anche gli anziani, ecco perché negli USA stanno studiando manichini “vecchi e obesi”

L’obesità aumenta del 78% il rischio di morte in un incidente

L’obesità (ma anche il semplice sovrappeso), si sa, è un fattore di rischio per la salute e uno dei maggiori responsabili dell’accorciamento della prospettiva di vita. Dagli Stati Uniti, Paese al mondo con il più alto numero di obesi gravi e, in generale, di persone in sovrappeso, arriva la conferma che i kg di troppo ucciderebbero anche in caso di incidente stradale. Addirittura, secondo il Professor Stuart Wang, chirurgo e direttore dell’International Center for Automotive Medicine all’Università del Michigan, gli obesi hanno il 78% in più di probabilità di perdere la vita in seguito a un impatto rispetto alle persone in forma. Altro elemento determinante sugli esiti di un incidente per l’essere umano, com’è facile intuire, è l’età: gli anziani sono più a rischio.

Da qui, l’idea della Humanetics, che sta realizzando nuovi “crash test dummies”. Questa azienda - specializzata appunto nella progettazione dei preziosissimi manichini che simulano il corpo umano e rilevano eventuali criticità in seguito a un impatto - è al lavoro per permettere alle Case costruttrici di effettuare prove di impatto più veritiere, grazie a dei dummies più vicini alla media dei guidatori: settantenni alla soglia dell’obesità. I manichini utilizzati attualmente sono infatti di altezza e di taglia medie, il che non coincide con il classico guidatore americano (quello europeo, comunque, non è molto lontano…): situazione che non solo falsa i risultati ottenuti, ma allontana i progettisti dal risultato ottimale. Il lavoro della Humanetics è dunque di fondamentale importanza, ma forse sarebbe meglio diffondere una migliore cultura alimentare negli USA e, più in generale, in tutto l’Occidente. Questo, però, è un altro discorso…

Autore:

Tag: Da Sapere , sicurezza stradale , crash test


Top