dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 12 maggio 2017

Strada degli Scrittori, un itinerario in Sicilia

L'estate sta arrivando, iniziamo a progettare qualche bel viaggio in macchina

Strada degli Scrittori, un itinerario in Sicilia
Galleria fotografica - Strada degli Scrittori, un itinerario in SiciliaGalleria fotografica - Strada degli Scrittori, un itinerario in Sicilia
  • Strada degli Scrittori, un itinerario in Sicilia - anteprima 1
  • Strada degli Scrittori, un itinerario in Sicilia - anteprima 2
  • Strada degli Scrittori, un itinerario in Sicilia - anteprima 3
  • Strada degli Scrittori, un itinerario in Sicilia - anteprima 4
  • Strada degli Scrittori, un itinerario in Sicilia - anteprima 5
  • Strada degli Scrittori, un itinerario in Sicilia - anteprima 6

Un’isola straordinaria, piena di profumi, colori, cibo sano e meraviglioso. Una zona stra-ricca di storia, monumenti, posti dove restare estasiati. È la Sicilia (terra per altri versi martoriata dal destino, anche a livello di infrastrutture), da visitare in lungo e in largo in auto. Compagna di viaggio insostituibile nella più grande isola del Mediterraneo, con un mare cristallino, abitata addirittura sin dal 12.000 avanti Cristo, colonizzata nei secoli da Fenici, Greci, e teatro di epici scontri: basti rammentare le guerre greco-puniche e romano-puniche. Di qui, sono poi passati anche Vandali, Ostrogoti, Bizantini, Arabi e Normanni: ecco perché si respira il profumo della storia, con infiniti stili architettonici e artistici. E cultura a non finire. Occasioni da non perdere, con la vostra macchina. Per esempio, c’è la Strada degli Scrittori (per ora, è aperto al traffico solo un lotto).

Tris da conoscere

#1. Cos’è. La Strada degli Scrittori è lunga 72 chilometri, da Porto Empedocle - a sud di Agrigento - fino alla connessione con l'autostrada A19 Palermo-Catania in provincia di Caltanissetta, lungo i territori della Valle dei Templi. È la strada statale SS640, ex “di Porto Empedocle”: oggi è denominata “Strada degli Scrittori” grazie al progetto promosso dal Consorzio Distretto Turistico Valle dei Templi, fortemente sostenuto da Anas.

#2. Dov'è. L’impegno di Anas, annunciato il 4 febbraio 2016, è diventato concreto con l'apertura al traffico del primo lotto della nuova strada a quattro corsie e l'installazione del primo cartello turistico. Il primo segnale, già posizionato nei pressi della località “San Pietro” del Comune di Agrigento, preannuncia agli automobilisti l’ingresso in una strada che unisce cultura e turismo percorrendo i luoghi di Luigi Pirandello, Leonardo Sciascia, Andrea Camilleri, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Antonio Russello, Pier Maria Rosso di San Secondo, da Racalmuto a Porto Empedocle, passando per Favara e Agrigento fino a Caltanissetta. Tutti gli svincoli interessati saranno dotati di segnali stradali turistici per individuare le tappe fondamentali del percorso della “Strada degli Scrittori”.

#3. Il sito. L’hashtag #Stradadegliscrittori, inoltre, è anche on line con il sito web www.stradadegliscrittori.it che permette di approfondire e programmare il viaggio nell'isola siciliana attraverso i luoghi vissuti e amati dagli scrittori e quelli descritti nei romanzi.

Su e giù continui

La statale 640 “di Porto Empedocle” ora “Strada Degli Scrittori” rappresenta il collegamento diretto tra i capoluoghi di provincia Agrigento e Caltanissetta, ma anche una dorsale strategica della viabilità regionale, essendo itinerario preferenziale di collegamento tra la Sicilia sud-occidentale e l’anello viario principale dell’isola, costituito dai collegamenti autostradali fra i tre principali centri metropolitani: A19 Palermo - Catania, A20 Messina - Palermo e A18 Messina - Catania. L’area attraversata ha una morfologia prevalentemente collinare. Il paesaggio dell’altopiano è costituito da una successione di colline e basse montagne comprese fra 400 e 600 metri. I rilievi solo raramente si avvicinano ai 1000 metri di altezza nella parte settentrionale, dove sono presenti masse piuttosto ampie e ondulate, versanti con medie e dolci pendenze, dorsali e cime arrotondate.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , viaggiare


Top