dalla Home

Videogame

pubblicato il 9 maggio 2017

Dossier Pit Game

Prey, un'avventura spaziale in tutti i sensi [VIDEO]

L'ultima fatica degli Arkane Studios è un’opera sci-fi ambiziosa ed entusiasmante

Prey, un'avventura spaziale in tutti i sensi [VIDEO]
Galleria fotografica - PreyGalleria fotografica - Prey
  • Prey - anteprima 1
  • Prey - anteprima 2
  • Prey - anteprima 3
  • Prey - anteprima 4
  • Prey - anteprima 5
  • Prey - anteprima 6

Dieci minuti, forse meno. E'il tempo che ci è bastato per capire che, con questo Prey, ci siamo trovati davanti ad un gioco di quelli che saranno ricordati negli anni. Un mix riuscito di tanti elementi e generi che riesce a coinvolgere e divertire per oltre 20 ore e che colloca Prey direttamente nell'Olimpo dei giochi d'azione in prima persona, senza sfigurare affianco a titoli del calibro di Half Life.

Benvenuti su Talos I

Il gioco è ambientato a bordo di un'enorme stazione spaziale, battezzata Talos I, dove gli scienziati terrestri stanno studiando la razza aliena dei Typhon per sviluppare degli innesti cerebrali, i neuromod, che potenziano le abilità fisiche e mentali degli uomini. I Typhon, però, sono una specie molto aggressiva e, come la saga di Alien ci insegna, avere un alieno arrabbiato su un'astronave piena di uomini non porta a niente di buono. Noi vestiremo i panni del Dottor Morgan Yu e ne assumeremo il controllo proprio quando la situazione con i Typhon inizierà a sfuggire di mano. Per sopravvivere all'attacco non sarà sufficiente farsi strada con le armi, ma sarà necessario esplorare liberamente le ambientazioni per trovare oggetti e spunti che ci consentano di andare avanti nella storia. A proposito di narrazione, Prey ha una trama complessa e profonda, che si articola su più livelli e che viene intrecciata, sempre in maniera coerente, anche dalle missioni secondarie che si attivano esplorando le varie aree di Talos I. Da questo punto di vista, la libertà di azione e di esplorazione è uno dei pilastri portanti di Prey. Gli approcci alle varie missioni, quindi, sono tanti e spesso molto diversi tra loro. Non mancano le fasi tipiche dei survival horror, in grado di tenere sulle spine con i ritmi frenetici delle sparatorie o con l'esplorazione di aree buie e misteriose. Questo perché anche Talos I, a tutti gli effetti, diventa un protagonista della sceneggiatura: gli ambienti, le atmosfere, l'illuminazione e tutte le possibilità di interazione presenti sulla stazione spaziale rendono questa avventura fantascientifica ancora più profonda.

Tutti gli ingredienti giusti

Una trama di questo calibro merita un comparto tecnico di altissimo livello. Prey, per fortuna, non delude affatto le aspettative. La grafica è ottima, così come le texture, i modelli poligonali e le animazioni in generale. Solo le fasi più concitate, quelle di sparatorie, a volte ci sono risultate un po' troppo caotiche, ma è il gameplay stesso a suggerire un approccio più "ragionato" e a scongiurare questi momenti. Ecco, è proprio il gameplay il fiore all'occhiello di questo titolo: riesce a combinare elementi da gioco di ruolo, di azione e stealth nelle "vesti" di un first person shooter che non disdegna neanche l'incursione nel mondo del survival horror. In sintesi, un gameplay ricco e ben articolato ma sempre coerente, supportato da una sceneggiatura veramente ben scritta e da un ottimo level design di personaggi e ambientazioni.

Prey

Genere: Avventura dinamica, Sparatutto in prima persona, Stealth, Survival Horror
Piattaforme: PlayStation 4, Xbox One, PC
Modalità di gioco: Giocatore singolo
Data di uscita: 5 maggio 2017
PEGI: 18
Publisher: Bethesda Softworks
Maggiori infoprey.bethesda.net/it/

Prey - Trailer ufficiale

Prey è disponibile dal 5 maggio 2017 per PlayStation 4, Xbox One e PC.

Autore: Lorenzo Curatti

Tag: Videogame , videogiochi


Top