dalla Home

Attualità

pubblicato il 10 maggio 2017

Dossier Bollo e Tasse

Lombardia, un referendum per abolire il bollo auto

Appuntamento col voto il 22 ottobre per cancellare la tassa di proprietà dell'auto

Lombardia, un referendum per abolire il bollo auto
Galleria fotografica - Pagamento bollo auto, ecco come fareGalleria fotografica - Pagamento bollo auto, ecco come fare
  • Pagamento bollo auto, ecco come fare - anteprima 1
  • Pagamento bollo auto, ecco come fare - anteprima 2
  • Pagamento bollo auto, ecco come fare - anteprima 3
  • Pagamento bollo auto, ecco come fare - anteprima 4
  • Pagamento bollo auto, ecco come fare - anteprima 5
  • Pagamento bollo auto, ecco come fare - anteprima 6

"Credo che nessuno lombardo possa votare No un referendum che dice: vuoi che una parte rilevante dei 53 miliardi di tasse lombarde rimangano qui, per aiutare chi ha bisogno, per realizzare gli ospedali, per abolire il bollo auto? Quale cittadino lombardo può dire di no?": lo ha detto il governatore lombardo, Roberto Maroni. Il riferimento è al referendum consultivo per l'autonomia della Lombardia si terrà domenica 22 ottobre 2017, e la promessa è chiara: se vince il Sì, la tassa sulla proprietà dell'auto viene cancellata.

Se ne parla da anni

In passato, a dire il vero, altri politici hanno fatto promesse analoghe, a livello nazionale. Basti pensare a Silvio Berlusconi, che nel 2008 annunciò l'eliminazione graduale del bollo auto. Matteo Renzi parlò di rimodulazione del balzello, sostenendo che non fosse una cattiva idea la cancellazione di questa tassa. E di abolizione di questo balzello che va alle Regioni si parla da anni: già nel 2005, l'Unrae (Unione Case estere) proponeva l'abolizione del bollo e l'aumento delle accise di 7 centesimi. Tre anni dopo accennò al "pay per use", ossia pagare in base a quanto si usa l'auto: "Sia la tassazione sia l'assicurazione auto devono uscire dal concetto della tassa di proprietà, ovvero della tassa fissa indipendente dall'uso che se ne fa. Si deve andare invece in una direzione di 'pay per use'".

Una realtà molto diversa

Come ben sapete, invece, le cose hanno preso un'altra piega. Per cominciare, le accise sono cresciute, è arrivato il superbollo di Berlusconi, diventato una mazzata con Mario Monti. Per giunta, è stato introdotto da Renzi pure il bollo per le vetture storiche (over 20 e under 30 anni), con una situazione molto confusa e disordinata: vedi qui la situazione regione per regione.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , bollo auto


Top