dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 5 maggio 2017

Noleggio auto, le 5 cose a cui stare attenti

Una vettura in affitto per qualche giorno? Sì, ma occhio alle penalità

Noleggio auto, le 5 cose a cui stare attenti

Quello del noleggio auto è un mercato sempre più effervescente e le formule escogitate dalle compagnie aumentano nel tempo: il noleggio a lungo termine (dura anni) per aziende, popolo della partita IVA e per privati, il car sharing (auto in affitto per qualche minuto in città) e il noleggio a breve termine (per pochi giorni). E proprio di quest'ultimo andiamo a parlarvi visto che incombe la bella stagione e le vetture in affitto diventano un'occasione per una gita o una vacanza. Si tratta di un servizio comodo e pratico, ma esiste anche il rovescio della medaglia con le penalità contrattuali del noleggio a breve termine: ve le sveliamo in basso.

La cinquina che protegge il portafogli

#1. Controllo auto. La premessa è doverosa: il contratto di noleggio a breve termine (auto presa in affitto per un weekend, per una settimana o anche per un mese) è perfettamente lecito. Lo leggete e lo firmate prima di salire in macchina e da quel momento siete responsabili del mezzo in uso. Alla riconsegna del veicolo alla compagnia di noleggio, non potrete dire che non eravate a conoscenza di una determinata regola, di una penalità. La regola numero uno, dopo aver preso visione del contratto e aver chiesto lumi al noleggiatore in caso di dubbi, è osservare con la massima attenzione l'auto che vi è stata consegnata: ci sono graffi sulla carrozzeria? Danni nell'abitacolo? Qualsiasi problema della vettura va immediatamente segnalata e messa per iscritto sul contratto, in una sezione apposita, con l'aiuto dell'addetto al banco. Alla riconsegna del veicolo quei danni già indicati all'inizio non potranno esservi addebitati su carta di credito.

#2. Responsabilità. Eccoci al punto caldo: le responsabilità che alcune società di noleggio chiamano franchigie oppure penalità o addebiti. In termini semplici, se provocate un incidente con una vettura presa a noleggio, la polizza assicurativa copre tutto il danno; ma voi dovrete sborsare fino a 2.000 euro di indennizzo. È una penalità che induce a guidare con prudenza. Esiste una responsabilità pure nel caso in cui un ladro rubi la macchina che avete preso a noleggio. La prelevate dalla compagnia, la parcheggiate per andare al ristorante, uscite dal locale e le vettura non c'è più: 4.000 euro sulle vostre spalle. Entrambe le penalità (incidente e furto) variano parecchio secondo il modello e la zona del Paese: in genere al Sud, visto l'elevato numero di sinistri, quelle franchigie sono pesantissime.

#3. Zero penali. La soluzione per cancellare subito (prima dell'inizio del noleggio) queste responsabilità esiste: si paga un noleggio molto più salato. Solo per dare l'idea (sono importi puramente indicativi), con 500 euro di noleggio per un'auto in un weekend e penalità di 2.000 e 4.000 euro in caso di sinistro e furto, si sale a 1.000 euro di prezzo del noleggio per dimezzare le penalità o per eliminarle. Ma è sempre la compagnia a decidere se applicare l'annullamento delle franchigie in cambio di un notevole sovrapprezzo. Potrebbe anche seguire un altro tipo di politica e magari impedire la cancellazione delle responsabilità per le vetture prese a noleggio al Sud.

#4. Addebiti. Fra i vari requisiti richiesti dalle società di noleggio c'è la disponibilità sulla carta di credito: una volta che la società accerta la responsabilità del danno, scatta l'addebito. Fra l'altro, pronti via, all'inizio del noleggio, c'è un blocco cautelativo di un certo importo sulla carta, che mette la compagnia al riparo proprio da danni e da contestazioni. Nel contratto, alla voce "restituzione del veicolo", occhio alla tolleranza (in minuti) concessa a voi per la riconsegna all'agenzia del mezzo. Talvolta i contratti prevedono l'addebito su carta di credito di una giornata supplementare di noleggio in caso di ritardo di 29 o 59 minuti rispetto all'orario indicato nella lettera di noleggio.

#5. Zone vietate. Visto il proliferare di noleggi di vario tipo (come il car sharing), è bene chiarire che un'auto a noleggio in genere non può sostare sulle strisce gialle per i residenti. Su quelle blu sì, ma pagando. Di solito, non ha accesso alle Zone a Traffico Limitato. Mentre in quelle soggette a pagamento (come l'Area C) versa il ticket come una qualsiasi altra auto non esentata. La multa per qualsiasi infrazione (come il passaggio col rosso o l'eccesso di velocità) viene inviata alla società di noleggio: questa poi vi imporrà il pagamento della sanzione, più il versamento di un importo per la gestione della pratica.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , noleggio


Top