dalla Home

Test

pubblicato il 21 aprile 2017

SsangYong Korando restyling, controllo di qualità tedesco

Prime impressioni da Rimini Off Road per il SUV in arrivo a maggio con un prezzo promozionale di 17.950 euro

SsangYong Korando restyling, controllo di qualità tedesco
Galleria fotografica - Ssangyong Korando restylingGalleria fotografica - Ssangyong Korando restyling
  • Ssangyong Korando restyling - anteprima 1
  • Ssangyong Korando restyling - anteprima 2
  • Ssangyong Korando restyling - anteprima 3
  • Ssangyong Korando restyling - anteprima 4
  • Ssangyong Korando restyling - anteprima 5
  • Ssangyong Korando restyling - anteprima 6

La prima edizione del Rimini Off Road Show è l'occasione giusta per Ssangyong per presentare in anteprima nazionale Korando restyling, il SUV medio aggiornato disponibile da maggio con un prezzo promozionale di 17.950 euro e 2.500 euro di sconto su tutta la gamma. Rinnovato nel design, negli equipaggiamenti e nelle dotazioni di sicurezza ha acquistato una linea fluida e armoniosa grazie principalmente al frontale ridisegnato, con la griglia "ad ali spiegate", mentre resta invariata una caratteristica nata dall'antica partnership con Mercedes: nello stabilimento coreano di Pyeongtaek viene infatti mantenuto il controllo qualità rigorosamente tedesco. Per capire a che punto è arrivata la qualità del rinnovato Korando abbiamo voluto toccare con mano la vettura esposta a Rimini ed ecco le nostre prime impressioni.

Pratica a spaziosa

Salendo a bordo il comfort è assicurato anche dalla qualità e dal buon livello dei materiali. La posizione di guida si può adattare alle proprie esigenze anche grazie alla possibilità di regolare il volante, ergonomico e piacevole al tatto, in altezza e profondità. Le portiere sono rivestite di un materiale che, alla vista sembra carbonio, senza dare quella sensazione di "finto" che spesso si ha in altre case. In plancia è inserito un monitor a colori da 7" al quale si può collegare il proprio cellulare. Una presa USB e telecamere anteriori e posteriori per il parcheggio completano il quadro. Si respira robustezza, spaziosità e praticità e ci si sta comodamente in cinque: in seconda fila il pavimento è completamente piatto e i sedili sono reclinabili e riscaldati (quest'ultimo è un optional solo per l'allestimento Limited diesel 4WD). I sedili sono frazionabili asimmetricamente 60/40 e la capacità di carico va da 486 litri a 1.312 con tutti i sedili abbattuti.

2.2 diesel perfetto per l'Italia

Due le motorizzazioni disponibili, un 2.0 benzina da 148 CV e un diesel da 2.2 litri e 178 CV che ha una coppia di 400 Nm disponibile già a 1.400 giri/min. Entrambe le versioni sono disponibili a due ruote motrici oppure con la trazione integrale intelligente on-demand, che in pratica distribuisce la motricità al posteriore solo quando ne percepisce effettivamente la necessità. Tre gli allestimenti disponibili: Value, Plus e Limited, solo per quest'ultimo è possibile scegliere il cambio automatico a 6 marce Aisin.

A prova di offroad

All'interno della fiera è allestito un percorso per testare le qualità offroad e naturalmente ne abbiamo approfittato per un primo contatto con la macchina. Fondo di pietre, traversine di legno, acqua: situazioni che difficilmente si potranno verificare nella guida di tutti i giorni ma che ci hanno fatto apprezzare sia le sospensioni, che assorbono le asperità e garantiscono un comfort elevato, ma anche lo sterzo, che non oppone resistenza alle manovre ma segue il guidatore. Angoli laterali e salite ripide sono gestite in modo perfetto, controllando bene l'acceleratore e sfruttando la coppia che è già "attiva" a 1.400 giri/min. Il Korando rimane sempre ben piantato a terra, non si scompone e non si imbarca: un peccato usarlo solo in città per fare manovra sui marciapiedi.

Autore:

Tag: Test , Ssangyong , auto coreane


Top