dalla Home

Motorsport

pubblicato il 18 aprile 2017

Ferrari, Giovinazzi debutta sulla SF70H in Bahrain

Il pugliese, terzo pilota delle Rosse, sta girando come junior driver nel primo giorno di test ad Al Sakhir

Ferrari, Giovinazzi debutta sulla SF70H in Bahrain
Galleria fotografica - GP del Bahrein 2017Galleria fotografica - GP del Bahrein 2017
  • GP del Bahrein 2017 - anteprima 1
  • GP del Bahrein 2017 - anteprima 2
  • GP del Bahrein 2017 - anteprima 3
  • GP del Bahrein 2017 - anteprima 4
  • GP del Bahrein 2017 - anteprima 5
  • GP del Bahrein 2017 - anteprima 6

La Ferrari è l'unica squadra che è in pista in Bahrain nella prima giornata di test con due monoposto: la squadra del Cavallino, infatti, oltre a portare al debutto Antonio Giovinazzi sulla SF70H come junior driver, sta facendo girare anche Sebastian Vettel. Il vincitore del GP del Bahrain, infatti, è il pilota che è stato selezionato per essere colui che è stato chiamato dalla Pirelli a iniziare lo sviluppo delle gomme Pirelli per il 2018: la Casa milanese ha ottenuto dalla FIA e dalle squadre il consenso di effettuare 25 giorni di test nel corso della stagione. E questa volta non saranno utilizzate le mule car che avevamo visto l'anno scorso, ma proprio le vetture che stanno correndo il campionato. La Ferrari ha accettato di iniziare il lavoro oggi e domani con il quattro volte campione del mondo, mentre sull'altra Rossa c'è stata la prima uscita di Antonio Giovinazzi sulla SF70H. Il pugliese ha avuto un avvio molto cauto con le gomme medie (le più dure che la Pirelli aveva portato ad Al Sakhir e che tutti avevano scartato subito durante il weekend di GP) per prendere confidenza con la vettura, visto che c'è un forte vento a condizionare la guida sui rettilinei.

Il giovane di Martina Franca ha voluto evitare errori dopo il doppio crash in Cina con la Sauber C36 che ha un po' "sporcato" la sua immagina di pilota predestinato. L'italiano in realtà gode della stima incondizionata del presidente Sergio Marchionne e prosegue il suo programma di formazione che passa attraverso i test del Cavallino e la disputa di qualche venerdì mattina con la Haas: sono in discussione quali saranno i GP nei quali Antonio avrà l'opportunità di guidare la VF-17. Giovinazzi ha imparato tutte le procedure sul perfetto uso della SF70H al simulatore del Cavallino (venerdì era in sede nell'abitacolo del "ragno" e sabato si aggregato al team ad Al Sakhir), ma già dalle prime fasi in pista ha colpito gli ingegneri della Ferrari per la qualità delle informazioni analitiche che è riuscito a dare ai tecnici per lo sviluppo della Rossa.

Maggiori dettagli e altre news su Motorsport.com.

Autore:

Tag: Motorsport , Ferrari , formula 1 , gare


Top