dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 18 aprile 2017

Dossier Salone di New York 2017

Infiniti QX80 Monograph, per non passare inosservati

Ecco il concept che mostra il futuro di Infiniti fra i SUV di taglia grande

Infiniti QX80 Monograph, per non passare inosservati
Galleria fotografica - Infiniti QX80 MonographGalleria fotografica - Infiniti QX80 Monograph
  • Infiniti QX80 Monograph - anteprima 1
  • Infiniti QX80 Monograph - anteprima 2
  • Infiniti QX80 Monograph - anteprima 3
  • Infiniti QX80 Monograph - anteprima 4
  • Infiniti QX80 Monograph - anteprima 5
  • Infiniti QX80 Monograph - anteprima 6

I SUV “King Size” non sono fatti per i timidi, questo si sa, ma c’è modo e modo di disegnarli: quello scelto da Infiniti per il QX80 Monograph - svelato al Salone di New York e di cui vi avevamo anticipato qualche teaser - è uno dei più appariscenti che si possano immaginare. Primo perché di base QX80 è un veicolo grande, grosso e imponente. Secondo perché ad Atsugi, nello studio dove è stata realizzato anche il più piccolo dettaglio di questa immensa macchina, avevano il compito dichiarato di illustrare la via del SUV di lusso del futuro; almeno dal loro punto di vista.

Il suo habitat sono ovviamente gli immensi spazi americani (intesi sia come spazi fisici sia come segmenti di mercato), nei quali QX80 Monograph si infila dall’alto dei suoi 5,29 metri di lunghezza, quasi 2 di altezza, oltre 2 di larghezza e 2.785 kg di peso. Il tutto, gestito da un V8 a benzina da 5,6 litri di cilindrata. Misure da veicolo commerciale leggero, più che da auto, messe ancor più in evidenza dalla carrozzeria in grigio satinato e dall’alternanza di archi e tagli netti, concepiti per conferire una presenza “imponente e sofisticata”. Con quali espedienti? Per esempio con i fari anteriori che si estendono fino alle fiancate, quelli posteriori “tagliati” in due da un enorme cromatura; non fa nulla per nascondersi la griglia anteriore a doppio arco, al pari degli immensi cerchi da 24”, disegnati però in modo che si abbia “l’illusione ottica” che siano da 26”.

 

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Infiniti , auto giapponesi , new york


Top