dalla Home

Mercato

pubblicato il 8 febbraio 2008

Un inizio 2008 in salita per BMW Group

Perde BMW, ma migliorano MINI e Rolls-Royce

Un inizio 2008 in salita per BMW Group

Meno 1,6% nel mese di Gennaio: comincia con il "piede sbagliato" il 2008 di BMW Group, un segno negativo che tradotto in cifre reali significa complessivamente 92.629 auto dei Marchi BMW, MINI e Rolls-Royce consegnate ai clienti di tutta Europa rispetto alle 94.101 del primo mese del 2007.

La flessione era stata comunque prevista dagli analisti finanziari, che prevedono per il continente europeo un rallentamento che potrebbe riflettersi per tutto il 2008 sui mercati di Francia, Spagna e Italia. Oltralpe si prevede infatti una diminuzione della propensione alla spesa, così come nella penisola iberica, dove sono state innalzate le imposte per l'acquisto di auto nuove ed è terminato il programma degli incentivi alla rottamazione, una questione quest'ultima che nel nostro Paese risulta essere molto "calda". Tutto ciò però dovrebbe essere parzialmente attenuato dalla ripresa del mercato auto di Germania, che nel 2007 era stato svantaggiato dall'innalzamento dell'IVA dal 16 al 19%.

Il Marchio BMW inizia in salita questo 2008, con 77.156 unità vendute rispetto alle 80.458 del Gennaio 2007, un decremento del 4,1%, anche se i vertici bavaresi sono convinti che il lancio della Serie 1 Cabrio e della X6 aiuteranno l'azienda tedesca a risollevarsi.

Il Gruppo tedesco può comunque consolarsi con il crescente successo di MINI e Rolls-Royce, cresciute rispettivamente del 13 e 64%. Per la MINI il volume di vendite nel mese di gennaio è aumentato del 13,3% con 15.432 unità vendute rispetto alle 13.618. Nel mese di gennaio, il 36% dei clienti ha scelto la MINI Cooper, mentre il 27% ha preferito il modello top Cooper S, il 23% la Cooper D ed il 14% la MINI One. In un confronto tra le varie versioni, la MINI standard si piazza al primo posto con il 75% delle vendite, seguita dalla nuova MINI Clubman (16%), di cui è imminente il lancio anche negli USA, e dalla Cabrio (9%). Nello stesso periodo Rolls ha invece consegnato 41 Phantom rispetto alle 25 dello scorso anno.

Si prospetta dunque un anno difficile per il comparto auto europeo e per BMW in particolare, che sta perseguendo un programma di ristrutturazione che entro il 2012 sortirà un risparmio di circa 6 miliardi di Euro, grazie purtroppo a tagli del personale che secondo una indiscrezione riportata qualche giorno fa da "Der Spiegel" potrebbero riguardare 8.000 persone.

Autore:

Tag: Mercato , Bmw , immatricolazioni , produzione


Top