dalla Home

Test

pubblicato il 13 aprile 2017

Volkswagen e-Golf, la prova dell’elettrica [VIDEO]

Le nuove batterie regalano più autonomia (200 km reali) e la potenza sale a 136 CV

Galleria fotografica - Nuova Volkswagen e-Golf testGalleria fotografica - Nuova Volkswagen e-Golf test
  • Nuova Volkswagen e-Golf test - anteprima 1
  • Nuova Volkswagen e-Golf test - anteprima 2
  • Nuova Volkswagen e-Golf test - anteprima 3
  • Nuova Volkswagen e-Golf test - anteprima 4
  • Nuova Volkswagen e-Golf test - anteprima 5
  • Nuova Volkswagen e-Golf test - anteprima 6

Finalmente anche le Case si “smarcano” dai cicli NEDC: la e-Golf è omologata per 300 km di autonomia, ma VW dichiara apertamente che nell’uso su strada non si va oltre i 200 km. Un numero comunque importante e che rappresenta un buon punto di partenza nell’ottica dell’elettrificazione della gamma. Il tutto, accompagnato da un aumento della potenza, da 115 a 136 CV, e della coppia, da 270 a 290 Nm. La e-Golf è già in vendita a 39.250 euro.

Com’è

Esteticamente, la Golf elettrica beneficia degli stessi interventi apportati con il restyling alle Golf a gasolio e a benzina, vale a dire principalmente luci a led davanti e dietro, nuovo design dei paraurti e cerchi in lega specifici, studiati per ridurre il più possibile la resistenza all’avanzamento. Ricalca l’offerta della altre Golf anche la dotazione di sistemi hi-tech: la e-Golf offre - a pagamento - gli stessi sistemi avanzati disponibili sul resto della gamma. C’è quindi il cruise control con Jam Assist, capace cioè di fermare e far ripartire la macchina, nel traffico, in totale autonomia. C’è poi il sistema anti-tamponamento con riconoscimento del pedone, mentre un’apposita app, sia per Android Auto sia per Apple CarPlay permette di controllare la macchina (aria condizionata e stato delle batterie per esempio) tramite smartphone dal proprio divano. Dentro, l’e-Golf è una vera Golf. Ottima la qualità dei materiali, ottimo l’assemblaggio, nulla da dire sulla disposizione dei comandi e sulla posizione di guida. C’è qualche specifica, la più importante delle quali è senza dubbio l’accesso rapido, nel navigatore, alla guida verso le stazioni di ricarica vicine.

Come va

L’accelerazione, almeno da 0 a 50, non ha nulla da invidiare a quella della Golf R che ho guidato appena prima di questa. Il perché ormai è noto: la coppia, tanta (290 Nm contro i 270 della vecchia e-Golf) e subito disponibile, di ogni motore elettrico. Più ancora di questo, conta l’autonomia: sulla nuova e-Golf è di ben 300 km secondo il ciclo NEDC, anche se è VW stessa ad ammettere che nella guida reale è più realistico fare circa 200 km tra una ricarica e l’altra: un valore che, dopo la prova, mi sento anzi di "dilatare" almeno fino a 225-230 km. Altra voce fondamentale è il tempo di ricarica: per la e-Golf ci vogliono 17 ore dalla rete elettrica di casa, decisamente tante, ma solo un’ora (per arrivare all’80% della ricarica massima) usando il caricatore veloce da 40 kW. A proposito di batterie, c’è un pacco agli ioni di litio da 35,8 kW e 318 kg sotto il pavimento. Tanta roba, è vero, ma il fatto che sia messa lì sotto non influisce più di tanto sulla dinamica di guida. A proposito, non è certo questa la Golf più divertente che possiate comprare, ma se guidata in un certo modo offre un piacere di guida tutto suo: “morbido”, per certi aspetti. Prima di tutto perché il silenzio dell’elettrico è davvero cool, perché o avete almeno un V6 a benzina sotto il cofano, oppure la maggior parte dei motori più piccoli, a maggior ragione se a gasolio, forse è meglio non sentirli. Poi perché il fatto di ricevere una risposta tipo videogioco quando si schiaccia l’acceleratore dà un bel senso di sicurezza.

Curiosità

Qui sotto leggete il commento al prezzo in condizioni "normali". Tuttavia, se optate per Progetto Valore Volkswagen - e dunque la e-Golf la pagate in 36 rate con anticipo del 20% - la Casa vi fa uno sconto del 22%, ovvero il valore dell'IVA. Il prezzo scende così a 32.200 euro. Si tratta di un segnale importante sulla via dell'elettrificazione, che non può poggiare "solo" sulla creazione di nuovi modelli (qui i dettagli). 

Quanto costa

Com’era facile aspettarsi, tanto: 39.250 euro per la precisione, ma il discorso è ormai conosciuto: in assenza di incentivi importanti, le elettriche restano un lusso per pochi. Per ora, di sicuro, le Case stanno facendo passi avanti molto importanti nella tecnologia. Quanto alla dotazione, fra le altre cose la e-Golf di serie offre il navigatore Discover Pro con touchscreen da 9,2”, cruise control adattivo, chiamata automatica d’emergenza e frenata automatica d’emergenza con riconoscimento del pedone.

La scheda

Volkswagen e-Golf: 39.250 euro
In vendita: subito
Autonomia: 300 km (NEDC), 200 km (uso reale)
Batteria: agli ioni di litio, 35,8 kW
Potenza: 136 CV
Coppia: 290 Nm

Scheda Versione

Volkswagen e-Golf
Nome
e-Golf
Anno
2014 (restyling del 2017)
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
elettrica
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Volkswagen , auto europee , auto elettrica


Top