dalla Home

Motorsport

pubblicato il 10 aprile 2017

Formula 1, Ferrari in Bahrain con un fondo innovativo?

La squadra del Cavallino dovrebbe introdurre sulla SF70-H un nuovo fondo per attaccare la Mercedes W08

Formula 1, Ferrari in Bahrain con un fondo innovativo?

La Ferrari non aspetta il debutto nella stagione europea per portare nuovi sviluppi sulla SF70H. Mattia Binotto, responsabile tecnico del Cavallino, è un convinto assertore che la monoposto debba essere in continua evoluzione, perché la maggiore rapidità nell’introdurre dei pezzi nuovi garantisce di restare competitivi nel confronto con la Mercedes W08 che ha vinto il GP della Cina con Lewis Hamilton e che, almeno al momento, resta il punto di riferimento. Nel weekend del Bahrain è atteso un nuovo fondo sulla SF70H: gli aerodinamici diretti da Enrico Cardile che hanno in David Sanchez la punta di diamante, pare che abbiano sviluppato un concetto innovativo anche al fondo della Rossa.

Su cosa stiano lavorando i tecnici di Maranello è ancora top secret, ma è chiaro a tutti che c’è ancora da chiudere il gap dalla Mercedes nel giro secco, dove il surplus di potenza della power unit grazie al “bottone magico” si fa sentire. È acclarato che non si tratta solo dell’olio bruciato nella benzina (una metodologia border line che la Ferrari ha adottato sullo 062), ma di qualcos’altro che va ben oltre una semplice mappatura più spinta. La Ferrari va al caldo del Bahrain nella convinzione di saper gestire meglio delle frecce d’argento le gomme Pirelli quando la temperatura cresce. Sulla Rossa, comunque, le modifiche sono continue: a Giorgio Piola non è sfuggito a Shanghai che nella zona a Coca Cola della SF70H ci fosse un evidente rigonfiamento di 3 o 4 mm sul fondo su una superficie nettamente più grande di quanto non fosse la canalizzazione per il raffreddamento della trasmissione che si era vista in occasione dei test invernali a Barcellona.

Per saperne di più vi consigliamo Motorsport.com.

Autore:

Tag: Motorsport , Ferrari , formula 1


Top