dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 4 aprile 2017

Dossier Auto e Salute

Animali in auto, le 3 regole d’oro per farli viaggiare bene

Se portate in vacanza i vostri cani o gatti, ricordatevi queste accortezze per farli stare comodi e al sicuro

Animali in auto, le 3 regole d’oro per farli viaggiare bene

Con la primavera è tempo di viaggi, anche per gli animali che abbiamo in casa. Se state progettando qualche gita fuori porta con il vostro cane o gatto oppure avete in mente percorsi più lunghi, è bene ricordarsi di qualche accorgimento per farli stare bene. La base di partenza però è la legge, per evitare le multe e quindi, prima di darvi dei consigli per evitare che il viaggio sia per loro traumatico, ricordiamo cosa dice l’articolo 169 del Codice della Strada: in tutti i veicoli il conducente deve avere la più ampia libertà di movimento per effettuare le manovre necessarie per la guida. È vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. È consentito il trasporto di soli animali domestici, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida: questo deve essere appositamente diviso da una rete. Volete installarli in via permanente? Devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Motorizzazione. Vediamo adesso qualche dritta per il viaggio.

Un tris per sicurezza e comfort

#1. Trasportino o rete divisoria? È tutta una questione di dimensioni. Più l’animale è grande, più costituisce un potenziale pericolo se lasciato libero nell'abitacolo. Basti pensare a una frenata improvvisa: è a rischio l’incolumità sia dell’animale (parliamo soprattutto del cane) che può infrangersi contro le strutture interne della vettura, sia del guidatore e dei passeggeri. Scegliete di farlo viaggiare nel trasportino? Piuttosto che in ferro, è meglio in plastica (un materiale che potenzialmente causa meno lesioni). Fissatelo bene al veicolo mediante le apposite cinture. È assolutamente indicato per i gatti. Se utilizzate una rete divisoria, il cane avrà a disposizione uno spazio sufficiente per un viaggio sicuro e comodo. Il discorso cambia se, nel bagagliaio dove il nostro amico deve viaggiare, ci sono anche bagagli o altre attrezzature: in questo caso, più gli oggetti presenti, inferiore il comfort e la sicurezza per Fido. Utile anche la cintura di sicurezza per cani, una imbragatura che si attacca a quella già installata sulla vettura.

#2. Cosa fare prima di partire. Prezioso è un minimo di allenamento per il cane o il gatto: meglio farlo salire alcune volte senza accendere il motore. Si abituerà un minimo al nuovo ambiente. Il secondo passo è percorrere tratti brevi per persuaderlo che l'auto è un posto confortevole e sicuro: fategli capire ci siete voi pronti ad aiutarlo in qualsiasi situazione. Una dritta: fategli trovare nell’abitacolo un qualche oggetto che gli ricordi la casa. Può essere il cuscino, la coperta o un giocattolo morbido.

#3. Attenzione durante il viaggio. Mentre siete in auto state attenti ai segni di malessere del cane e del gatto: vomito, diarrea, urinazione, ipersalivazione. Parlando solo di gatti, ascoltate bene se i miagolii sono molto lamentosi o vedete se cerca di liberarsi in modo scomposto. In questi casi, il micio va calmato anche con una piccola interruzione del viaggio per evitargli un forte stress.

Un paio di dritte in più

Immediatamente prima del viaggio, meglio che il cane e il gatto non mangino. Utile anche trasportare una ciotola con una quantità d’acqua sufficiente a dissetarlo. Durante il percorso, serve un adeguato ricircolo d’aria. Infine, per quanto riguarda il cane, sì ad alcune fermate per fargli sgranchire le zampe e fare i propri bisogni. Magari è il cane stesso che lo desidera e che ve lo fa capire: vorrebbe viaggiare lasciare col muso fuori dal finestrino. A parte che è vietato, è anche molto insicuro, e mettete a rischio la sua salute: colpi d’aria e otiti sono in perenne agguato.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , viaggiare , salute


Top