dalla Home

Tuning

pubblicato il 6 febbraio 2008

Arriva la Artega GT

Quattro metri bastano per una vera supercar?

Arriva la Artega GT
Galleria fotografica - Artega GTGalleria fotografica - Artega GT
  • Artega GT - anteprima 1
  • Artega GT - anteprima 2
  • Artega GT - anteprima 3
  • Artega GT - anteprima 4
  • Artega GT - anteprima 5
  • Artega GT - anteprima 6

A distanza di un anno dalla sua presentazione in veste di prototipo allo scorso Salone di Ginevra, la Artega GT è pronta per il debutto in versione definitiva alla ormai imminente rassegna ginevrina. Disegnata da Henrik Fisker, già autore della Fisker Karma, ma anche di BMW Z8, Aston Martin DB9 e V8 Vantage, la Artega GT è il primo modello di questo Marchio tedesco fondato nel 2006 a Delbruck, in Westfalia, che si offre come valida alternativa a superleggere tipo Lotus nell'intricato panorama delle "esotiche".

Il concetto è infatti quello di una coupé compatta - 3.950 x 1.880 x 1.180 mm le dimensioni - e leggera, con un peso inferiore contenuto in circa 1.100 kg grazie ad un telaio formato da tubi in alluminio per lo chassis principale ed una appendice posteriore in traliccio d'acciaio che sostiene il motore, che è un V6 Volkswagen da 3.597 cc con cambio sequenziale a sei rapporti le cui caratteristiche saranno presentate a Ginevra. Quanto a prestazioni però, Artega azzarda meno di 5 secondi sullo 0-100 km/h e oltre 270 km/h di velocità massima.

La scocca di questa sportiva è poi realizzata in fibra di carbonio e, sotto il cofano anteriore, vi è anche un bagagliaio da pochi litri, buono per ospitare giusto il necessario del conducente. Artega GT offre la possibilità di scegliere fra quattro programmi di guida che interagiscono con il controllo di stabilità chiamato orgogliosamente ASP "Artega Stability Program": Normal (ASP con intervento immediato del traction control), Sport (ASP con intervento ritardato del TC), Race (ASP disattivato,TC on) e Off (ASP off,TC off).

I cerchi da 19 pollici ospitano pneumatici 235/35 e 285/30, mentre i freni sono Brembo con quattro dischi forati. Fra le altre caratteristiche standard più importanti vi sono interni in pelle, sedili riscaldati, fari bi-xeno e sistema di navigazione satellitare, il tutto ad un prezzo che in Germania è stato fissato in quasi 75.000 Euro. Entro aprile verranno prodotti i primissimi esemplari dei 170 previsti per il 2008.

Autore:

Tag: Tuning


Top