dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 3 aprile 2017

CID, ecco come si compila il Modulo blu

Vi spieghiamo in pochi passi cosa fare se rimanete coinvolti in un incidente stradale

CID, ecco come si compila il Modulo blu

Si chiama Modulo blu ed è un documento che la compagnia assicuratrice vi ha rilasciato al momento della stipula della Rc auto: diventa importante se siete vittime di un incidente stradale. L’esempio classico è una vettura che vi tampona, con l’altro guidatore colpevole del sinistro al 100%. In questo caso vi spetta il risarcimento di tutti i danni alla vostra macchina e l’eventuale rimborso delle vostre lesioni fisiche (vedi in particolare il colpo di frusta). Al rinnovo annuale della Rca, se non avete causato incidenti durante i 12 mesi di contratto, avrete una classe di merito migliore: il bonus. Il responsabile del sinistro invece dovrà pagare di tasca propria i danni alla sua vettura e subirà un malus, ossia un fortissimo rialzo Rca. Perché tutto fili liscio è necessario compilare con precisione il Modulo blu da consegnare alla vostra assicurazione: scatterà così l’indennizzo diretto (qui l’approfondimento), verrete cioè risarciti in fretta dalla vostra compagnia. Infatti, in gergo, si parla di Modulo CID: Convenzione Indennizzo Diretto.

Tris per fare in fretta

#1. Quali dati. Nel Modulo blu indicate le targhe dei due veicoli coinvolti, i nomi degli assicurati e delle compagnie. Fate poi una descrizione delle modalità dell’incidente. Riportate poi la data dell’incidente. Occhi alle firme: l’ideale è che ci sia la firma dei due conducenti. Infatti, se il Modulo Blu è firmato da entrambi i guidatori, si accorciano i tempi del risarcimento: per i danni al veicolo e alle cose la risposta della compagnia dovrà arrivare entro 30 giorni che salgono a 60 se c’è solo una firma. I giorni sono invece 90 per le lesioni fisiche lievi, a partire da quando siete guariti. Dopodiché, se accettate, entro 15 giorni vi arriva il bonifico.

#2. Aggiunte eventuali. Nel Modulo blu indicate anche generalità e recapiti di eventuali feriti e dei testimoni. Sempre prezioso riportare che, eventualmente, sono intervenute le Forze dell’ordine. Se sul luogo dell'incidente non avete la possibilità di scrivere tutto sul Modulo blu (magari c’è poca luca, piove, siete sotto stress o in stato di lieve choc), è comunque opportuno integrare in un secondo momento: fate in fretta anche nel cercare testimoni che nell’immediato non avete rintracciato. Valutate se farvi assistere da un esperto di infortunistica stradale.

#3. Da consegnare. Se ritenete di aver ragione, aggiungete al Modulo Blu anche la richiesta formale di risarcimento e presentatela alla vostra compagnia: potete consegnarla a mano, inviarla tramite raccomandata con avviso di ricevimento o per email se non esclusa dal contratto. Le modalità di denuncia e richiesta di risarcimento previste dalla legge potrebbero essere integrate con forme di comunicazione più immediate (come l’operatore telefonico): verificatelo con la vostra compagnia.

Il Modulo blu del carrozziere indipendente

Vale un qualsiasi Modulo blu fornito dalla vostra compagnia assicurativa dall’altro conducente o anche moduli forniti da altri automobilisti presenti. Ok pure i moduli stampati da altre compagnie assicurative. Perfettamente leciti e molto comodi (con istruzioni dettagliate) i Moduli blu dei carrozzieri indipendenti aderenti a Federcarrozzieri. Rammentate infine che proprio al carrozziere indipendente potete cedere il credito vantato verso la vostra compagnia: sarà lui a tutelarvi per un rimborso veloce ed equo.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , assicurazioni


Top