dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 31 marzo 2017

Nuova Lotus Elise, cambia tutta ma è sempre lei

Il nuovo modello arriverà nel 2020 e sarà inedito, ma non disperderà il lascito di quella odierna

Nuova Lotus Elise, cambia tutta ma è sempre lei
Galleria fotografica - Nuova Lotus Elise, il renderingGalleria fotografica - Nuova Lotus Elise, il rendering
  • Nuova Lotus Elise, il rendering - anteprima 1
  • Nuova Lotus Elise, il rendering - anteprima 2
  • Nuova Lotus Elise, il rendering - anteprima 3
  • Nuova Lotus Elise, il rendering - anteprima 4
  • Nuova Lotus Elise, il rendering - anteprima 5
  • Nuova Lotus Elise, il rendering - anteprima 6

Da anni Lotus chiude bilanci in perdita e manca con regolarità il momento del pareggio economico, per colpa dei tiepidi numeri di vendita e dei costi troppo elevati in materia di personale. Il 2017 dovrebbe però sancire un momento di svolta: l’azienda si è rimessa in careggiata e può guardare al futuro con maggior ottimismo, complice il ritrovato successo di pubblico e la dolorosa sforbiciata al numero di impiegati (nel 2014 la casa ha tagliato un quarto dei suoi dipendenti). Quest’anno Lotus tornerà anche a registrare guadagni. Non è una coincidenza se il marchio inglese ha cominciato pochi mesi fa i lavori sulla nuova Elise, attesa nel 2020, che dovrà sostituire un modello in vendita dal 1996 considerato ancora oggi un termine di paragone in fatto di leggerezza, sportività e piacere di guida.

Cresce in larghezza ma non nel peso

La nuova Lotus Elise avrà un look più moderno e tecnologico, che noi ricostruiamo così, ispirandoci al prototipo del 2010 e alle indiscrezioni emerse finora. Le luci anteriori saranno più sottili e affusolate, la bocca anteriore continuerà a essere molto pronunciata e le prese d’aria cresceranno di superficie, mentre le feritoie laterali costituiranno un elemento di continuità con il modello in vendita. Il numero uno dell’azienda, Jean-Marc Gales, ha anticipato che il nuovo modello dovrà rivelarsi più attuale senza perdere l’impronta tipica della Elise. La nuova generazione resterà molto leggera (circa 900 chili) e avrà dimensioni analoghe a quella in vendita, lunga 3,70 metri, ma crescerà in larghezza per ospitare dotazioni oggi non previste: ci saranno gli airbag laterali e strutture laterali di rinforzo più estese, che miglioreranno l'assorbimento degli urti.

Motori Toyota fino a circa 250 CV

Non cambierà invece il telaio, che sarà formato da estrusi in alluminio incollati e rivettati fra loro, soluzione introdotta da Lotus e copiata negli anni da molti altri costruttori. Lotus lavorerà inoltre per facilitare l’accesso a bordo, non ottimale a causa dello spesso longherone in prossimità delle portiere. I motori verranno messi a disposizione quasi sicuramente da Toyota (che già fornisce il V6 della Evora) e avranno potenze di circa 140 CV e 250 CV, secondo il classico spirito dell’azienda, che predilige e punta sulla maneggevolezza fra le curve anziché sulle potenze da supercar. Anche i cambi saranno forniti da Toyota. La Elise 2020 verrà messa in vendita anche negli Stati Uniti, novità che promette un significativo incremento delle vendite.

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , Lotus , auto europee , rendering


503 Service Unavailable

Error 503 Service Unavailable

Service Unavailable

Guru Meditation:

XID: 3721838201


Varnish cache server

Top