dalla Home

Attualità

pubblicato il 5 febbraio 2008

IHI e il turbocompressore più piccolo del mondo

Equipaggerà presto i modelli Daihatsu

IHI e il turbocompressore più piccolo del mondo

Il prezzo dei carburanti, nel mondo, segue il ritmo del cambiamento climatico: livelli insopportabili. Il vertiginoso aumento della domanda di combustibile da parte dei paesi di Oriente ed Estremo Oriente (soprattutto India e Cina) per alimentare il loro inarrestabile ritmo di crescita economica sta producendo un incremento del costo del barile che non conosce sosta. Va da sé che il fenomeno finisce per alimentare l'inquinamento atmosferico. E non va dimenticato il sinistro interrogativo circa le riserve mondiali, il cui ammontare non è, e forse non lo sarà mai, quantificabile. Eppure, prima o poi, altra questione sul piatto, tutto questo oro nero che consumiamo a ritmi vertiginosi verrà a mancare.

Quanti problemi! E tutti concatenati, interdipendenti. Il mondo dell'auto, dal canto suo, cerca di fare qualcosa. Una strategia che da qualche tempo le case stanno perseguendo è quella del downsizing: propulsori di cilindrata sempre più piccola ma con un grande indice di rendimento termodinamico per poter garantire la stessa potenza di un motore più grande ma con meno consumi ed emissioni gassose.

IL TURBO
Questo prezioso aggeggio, nato negli Anni '60 e presto diventato elemento insostituibile nelle corse per l'enorme potenza che era in grado di fornire, è passato alla produzione di massa, regalando emozioni su emozioni. Da strumento di paura (chi non ricorda il turbo-lag della Porsche 930 Turbo 3.3 quattro marce nel momento in cui "entrava" in coppia; era come trovarsi a fare il domatore e affrontare una tigre affamata armati di un filo d'erba come frustino!) oggi il turbocompressore è diventato un'arma per ridurre i consumi.
I moderni dispositivi sono piccoli, con pochissima inerzia e, quindi, quasi privi del loro tipico ritardo di risposta (il turbo lag appunto), molto tecnologici (utilizzano in molti casi la configurazione a "geometria variabile").

Seguendo questo trend la IHI, azienda giapponese leader nello sviluppo di compressori a gas di scarico, ha sviluppato il turbocompressore più piccolo del mondo, di dimensioni minori di un buon 20% rispetto ai modelli attualmente presenti sul mercato. Verranno presto installati sulla produzione Daihatsu.


[Via Motorauthority]

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Attualità , Daihatsu , inquinamento


Top