dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 29 marzo 2017

Dossier Assicurazioni

Rc auto e Legge Bersani, come pagare meno

Tre consigli per approfittare delle normative e pagare assicurazioni meno care

Rc auto e Legge Bersani, come pagare meno

Sarà pure vero che le tariffe Rc auto calano, ma vale sempre la pena andare a caccia di una soluzione per pagare meno. Fra i diversi “trucchi” per limare il costo della polizza, esiste la conoscenza delle norme: più esattamente, è meglio sapere che cosa la legge Bersani. Arrivata nel 2007, e soggetta a numerose interpretazioni, la legge numero 40 consente di raffreddare la Rca, purché si sia a conoscenza di tutte le clausole. In parole povere, consente di mantenere una classe di merito bassa (la pagella dell’assicurato), e di pagare non grosse cifre. L’Ivass (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni) ne ha descritte tre, che andiamo a spiegare in basso in dettaglio.

Tris da conoscere

#1. Famiglia. La legge 40/2007, nota anche come legge Bersani, consente l'assegnazione della classe di merito maturata su un veicolo ad un ulteriore veicolo di proprietà di un'altra persona. Ma a una condizione: se si tratta di un familiare stabilmente convivente all'interno del proprio nucleo familiare. E come lo dimostrate? Con lo stato di famiglia, se ve lo chiedono. Inoltre, l’intestatario del veicolo da assicurare deve coincidere con l’intestatario del veicolo di cui si utilizza la classe o sia un suo familiare convivente, ovvero con la stessa residenza.

#2. Quale veicolo. La classe di merito potrà passare, da auto ad auto. Invece, la classe non può essere trasferita da auto ad autocarro, oppure da auto a moto. La legge Bersani fa riferimento alla medesima tipologia di veicolo. Inoltre, il veicolo da assicurare deve essere stato acquistato, nuovo o usato, e deve essere immatricolato a uso privato.

#3. Solo fisica. La “Bersani” non è applicabile nei casi in cui il titolare dei veicoli interessati sia una persona giuridica? La norma fa riferimento a una persona fisica: non è valida per imprese, società e persone giuridiche di qualsiasi genere. Comunque, la polizza assicurativa dalla quale si intende ereditare la classe di merito deve essere attiva.

Occhio alle Rca gratuite

Qualche tempo fa, l’Ivass ha rilevato che alcune imprese di assicurazione hanno offerto una polizza Rca gratuita a chi acquista un’auto nuova. Se queste polizze sono state stipulate con la formula “a franchigia” (chi causa un danno paga una certa somma, ossia la franchigia), potreste aver perso il diritto alla classe di merito che avevate guadagnato prima di accettare l’offerta. Oppure potreste aver perso i diritti previsti dalla legge Bersani, che consente di beneficiare della classe di merito guadagnata da un familiare. Per qualsiasi ulteriore chiarimento o necessità di assistenza, potete chiamare il numero verde Ivass 800 486661, da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13.30.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , assicurazioni


Top