dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 4 febbraio 2008

BMW prepara la rivale della smart?

Si tratterebbe di un vero e proprio marchio

BMW prepara la rivale della smart?
Galleria fotografica - BMW IsettaGalleria fotografica - BMW Isetta
  • BMW Isetta - anteprima 1
  • BMW Isetta - anteprima 2
  • BMW Isetta - anteprima 3
  • BMW Isetta - anteprima 4
  • BMW Isetta - anteprima 5
  • BMW Isetta - anteprima 6

BMW, secondo voci che il magazine AutoExpress assicura essere molto attendibili, starebbe lavorando alacremente alla creazione di un nuovissimo modello di piccole dimensioni caratterizzato da emissioni di sostanze inquinanti particolarmente contenute.

La strategia rientrerebbe nella definizione di un vero e proprio nuovo brand (Isetta? Triumph?) appartenente alla galassia del marchio di Monaco dedicato alla produzione di citycar.

Questa, infatti, sarebbe la destinazione preminente del nuovo prodotto: un'auto da posizionare al di sotto della Mini, in grado di vantare emissioni (e dimensioni) per poter circolare liberamente in città, ma con l'obbiettivo di salvaguardare anche un certo qual si voglia "piacere di guida".

Così BMW darebbe una risposta consistente all'attuale tendenza che le istituzioni europee vogliono imprimere alla produzione di veicoli da parte delle Case: un drastico abbattimento dell'inquinamento atmosferico, problema che il governo della UE ha in programma di contrastare efficacemente con una nuova normativa Euro 5 (settembre 2009) e un'ancora più severa regolamentazione Euro 6 (settembre 2014). Così infatti si legge a proposito di quest'ultimo obbiettivo nel sito ufficiale Europa.eu: "Con l'entrata in vigore della norma Euro 6 le emissioni di ossidi di azoto prodotte da veicoli a motore diesel dovranno essere ridotte in misura considerevole. Ad esempio, le emissioni prodotte dalle automobili e da altri veicoli destinati al trasporto non potranno superare il limite massimo di 80 mg/km (ossia una riduzione supplementare di più del 50% rispetto alla norma Euro 5). Le emissioni combinate di idrocarburi e di ossidi di azoto prodotte da veicoli diesel verranno anch'esse ridotte e non potranno superare un certo limite: ad esempio, per le automobili e altri veicoli destinati al trasporto il limite è fissato a 170 mg/km."

Per questa mini BMW, in particolare, non sarebbero riservate particolari tecnologie innovative, stante il desiderio di riservare dispositivi come l'ibrido ai modelli delle fasce di mercato più elevate. La piccola vetturetta, comunque, sarebbe equipaggiata con piccoli motori Turbo alimentati a benzina o Diesel e caratterizzati da un'elevata efficienza, trazione anteriore e una lunghezza massima non superiore a 3 metri e 75 centimetri.

[Via Motorauthority]

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Anticipazioni , Bmw


Top